mercoledì 28 febbraio 2018

RECENSIONE "Liv Forever" di Amy Talkington {DOMINO LETTERARIO}

Buongiorno amici dei libri! Io non riesco proprio a capacitarmi del fatto che sia arrivata anche la fine di Febbraio! Ma quanto sta passando veloce questa prima parte dell'anno?
Io purtroppo, per motivi non direttamente dipendenti dalla mia volontà, in questo periodo ho latitato parecchio, ma mi auguro che questo periodaccio possa finire in fretta e che io possa ritagliarmi più tempo da dedicare al blog.
Bene, ora dopo questa breve ma necessaria introduzione posso accompagnarvi dentro la mia tessera del DOMINO LETTERARIO di questo Febbraio 2018!
Il libro che ho scelto di usare come tessera per collegarmi alla tessera precedente è...


Titolo: Liv Forever - Solo l'amore può vincere il destino
Autrice: Amy Talkington
Titolo originale: Liv, Forever
Editore: DeA
Collana: Le Gemme
Genere: Young-Adult, Paranormal Romance
Pagine: 296
Prezzo: 14,90€
Data di uscita: 1 Settembre 2015

La vita di Liv Bloom è sempre stata un disastro. Un continuo susseguirsi di famiglie affidatarie, delusioni e fallimenti. Ecco perché, quando Liv vince una borsa di studio per Wickham Hall, la più prestigiosa accademia d'arte dello stato, è al settimo cielo. L'arte non è solo la sua più grande passione, ma anche l'unica possibile via di fuga da una vita che detesta. E poco importa che l'atmosfera di Wickham Hall sia a dir poco spettrale, che gli antichi edifici abbiano un aspetto sinistro e che ogni angolo delia scuola risuoni di misteri e premonizioni. Liv è troppo felice per farci caso. Tanto più che Malcolm, il ragazzo più bello e talentuoso dell'accademia, sembra essersi disperatamente innamorato di lei. Presto, però, l'idillio si infrange. Perché nemmeno L'amore di Liv e Malcolm può ignorare l'antica maledizione che si nasconde tra i corridoi di Wickham Hall. Una maledizione che porta con sé una lunga scia di sangue. E che ora vuole reclamare la felicità di Liv.

RECENSIONE

Olivia, Liv, Bloom è un'artista: respira arte, mangia arte, ama attraverso l'arte; tutto il suo mondo gira intorno all'arte, che è l'unica costante che, negli anni in cui è stata sballottata da una famiglia affidataria all'altra, le è rimasta.
Quando scopre di essere stata accettata a Wickham Hall, esclusivo liceo in cui i rampolli delle più altolocate ed importanti famiglie studiano e si preparano per sfondare nelle università più prestigiose, le sembra un sogno; l'istituto è antico, sinistro e terribilmente spettrale, ma la può aiutare a scappare da una vita che le sta stretta, e quindi Liv è disposta a sacrificare un po' di se stessa pur di potervi studiare, nonostante si senta un pesce fuor d'acqua.
La sensazione di disagio che percepisce appena arrivata a Wickham Hall sembra sparire quando, durante la festa inaugurale del nuovo anno scolastico, incrocia lo sguardo di Malcom Astor: rampollo di una delle famiglie più influenti della nazione, con fascino e talento da vendere, e membro dei Victors, società segreta storica della scuola.
Il colpo di fulmine colpisce i due ragazzi in pieno e lascia che l'amore li travolga, cullandoli in una piccola bolla dove sono capaci di rifugiarsi quando sono insieme, mentre condividono il loro tempo, le loro passioni, la loro arte. Ai ragazzi sembra incredibile provare un sentimento così forte e potente senza quasi conoscersi, ma non possono farne a meno, e non riescono a trovare nessun motivo per cui non dovrebbero poter stare insieme. Il loro amore delicato è però osteggiato dalle regole ferree della scuola che concedono loro pochissimo tempo per stare insieme; devono quindi ritagliarsi alcuni momenti lontani dagli altri ed in orari improbabili per poter stare insieme. 
Dopo uno di questi incontri segreti avviene però l'impensabile: Liv muore cadendo nel pozzo, dove qualcuno l'ha spinta, del parco dell'istituto. Liv però continua a manifestarsi sotto forma di fantasma, invisibile agli occhi di tutti, tranne che per Gabe, suo unico amico all'interno della scuola, che durante la sua vita ha dimostrato di avere capacità e doti particolari e paranormali: egli infatti può vedere e sentire, non solo Liv, ma anche tutti gli altri spiriti che si trovano dentro Wickham Hall.
La scuola sembra voler insabbiare la tragica morte di Liv facendola classificare come suicidio, e questo avviene tramite le testimonianze volte a depistare le autorità fornite dai Victors; sono tutti, quindi, convinti che si tratti di un incidente, e per questo Liv, Gabe e Malcom sono costretti a lavorare da soli per scoprire la verità che si nasconde dietro la morte di Liv e delle altre ragazze morte che si aggirano nella scuola. Quello che sembra un caso di omicidio si rivela solo la punta dell'iceberg dei misteri che si nascondono tra le antiche mura di Wickham Hall; una volta aperto il vaso di Pandora però non è possibile richiuderlo e tutti i segreti, il sangue e le bugie che si nascondono nella scuola si riversano addosso a Liv, Gabe, Malcom e tutto il resto della scuola e lascerà appeso ad un filo l'amore dei due giovani ragazzi.


"Io morirei per la libertà? Per amore? Mi piaceva pensare che ne fossi capace, ma come è possibile morire per amore se non l'hai mai provato? E non intendo dire che non avevo mai avuto un ragazzo. E' che proprio non avevo mai provato amore in generale."

Ho atteso anni per leggere questo libro, lo avevo in libreria da tempo e non c'è mai stata occasione di leggerlo, ma ho deciso di approfittare della mia tessera del Domino Letterario di questo mese e recuperarlo.
Devo dire che tutto sommato è stata una lettura piacevole, anche se purtroppo alcuni dettagli mi hanno fatto storcere un po' il naso. Sicuramente, ed è una cosa che rimarco spesso, non ho apprezzato l'instant-love che i protagonisti provano dal primo istante in cui si vedono, lo ripeterò all'infinito: a me piacciono terribilmente gli amori conquistati con un po' di fatica, e che necessitano di tempo per svilupparsi. L'amore incontrollabile che nasce da una semplice occhiata mi lascia sempre molto perplessa, ed oltretutto ha fatto si che si esplorasse ben poco della loro storia prima che Liv morisse, e questo a sua volta non mi ha aiutato a legare veramente con i personaggi e ad apprezzare il loro amore e soffrirne. Odio non sviluppare empatia nei confronti dei personaggi di un romanzo e nella storia d'amore.

"L'amore mi attraversò e mi fece sentire come se fossi ancora viva.Come se avessi lacrime salate e un cuore pulsante e del sangue che fluiva attraverso le mie vene.Non sapevo più di cosa fossi fatta-o come o perchè esistessi-ma seppi di amarlo completamente proprio lì in quel momento.E che sarebbe stato per sempre." 

In compenso, nonostante l'instant-love, devo dire che ci sono molte cose positive che rendono la storia gradevole, interessante e scorrevole. Il mistero alla base di tutte le morti di Wickham Hall è intrigante, ti spinge a ricercare indizi dove possibile e a sospettare di tutti coloro che girano nei dintorni dell'istituto, fantasmi compresi. 
Sono proprio i fantasmi una delle caratteristiche più interessanti di questo romanzo, la parte paranormale infatti è davvero coinvolgente, soprattutto perchè ad intramezzare la narrazione in prima persona di Liv ci sono alcuni capitoli raccontati dalle ragazze-fantasma, che aiutano il lettore ad immergersi totalmente nella storia rendendola a tratti ancora più inquietante. Questi cambi di POV rendono la lettura accattivante.

"Parla proprio di questo, no? Il paradosso. Desideri che un momento possa durare per sempre. Ma non può. Non siamo stelle. E se lo fossimo, saremmo distanti, immateriali. Soli. In realtà è piuttosto cupa."

I personaggi ci sono presentati molto bene, e mi hanno piacevolmente stupita: Liv vive la sua vita tramite l'arte, attraverso cui vive, respira ed ama. Nonostante però la nostra protagonista abbia tante caratteristiche positive tra le quali il fatto che sia una ragazza caparbia, spontanea e che ami pensare fuori dal coro, di contro alcuni suoi atteggiamenti non li ho particolarmente apprezzati e nemmeno capiti, soprattutto quando ci descrive il suo rapporto con i genitori adottivi, che al contrario di quello che Liv pensa, la amano e vogliono solo il bene per lei. 
Malcom, nonostante l'apparenza, è un animo gentile, che vive all'ombra di un padre padrone che spinge perchè segua le sue orme, non tanto per aiutarlo quanto per approfittarne e trarne benefici per se stesso. Dolce, sensibile, e innamorato, è il ragazzo di cui tutte vorremmo innamorarci.
Gabe, tra i tre protagonisti principali, è quello che mi è piaciuto di più: non ha paura a mostrarsi per quello che è, vive la sua vita ai margini senza però mai nascondersi, ed ha sviluppato negli anni delle capacità di percezione non indifferenti, sottolineando il fatto che sia una persona, oltre che ricettiva oltre misura, dotata di sensibilità, altruismo ed empatia in maniera significativa.

"Eravamo un trio improbabile - il bel ragazzo prodigio, il cospiratore dalla discutibile salute mentale e il fantasma - con seri problemi di comunicazione, dal momento che il ragazzo prodigio non poteva sentire il fantasma e doveva lasciare che il cospiratore facesse da tramite tra noi."

I fantasmi delle ragazze morte sono presenze costanti e capaci di inquietare il lettore nonostante di rado abbiano la possibilità di interagire con i protagonisti, ma anche se hanno un ruolo marginale per gran parte della storia mi hanno davvero affascinata, ponendo l'attenzione sulla vita oltre la morte e lasciandoci incuriositi e vogliosi di sapere più di loro.


"Pochi istanti più tardi, oltrepassando il vecchio pozzo, Gabe mi sorrise. Avevo dimenticato che lì poteva vedermi. Sorrisi anch'io. Era così piacevole essere vista.
Di nuovo, Malcom se ne accorse. "Vedi Liv?"
Gabe annuì.
"E' bella?"
"Certo. A parte un paio di graffi, è morta proprio bene.""

L'autrice ha uno stile di scrittura molto scorrevole, coinvolgente, piacevole e facile da leggere; interessante e bellissimo è il fatto che ci siano continui riferimenti ad artisti, alla loro storia e alle loro opere, alle loro poesie e alle loro canzoni. Alcuni riferimenti mi hanno spronata a ricercare ciò di cui si parlava e mi hanno consentito di vedere opere d'arte e leggere poesie che altrimenti non avrei mai cercato, e sicuramente questo è un elemento estremamente positivo da evidenziare.
Il finale riesce ad essere struggente a modo suo, e a lasciare un po' di velata tristezza nel cuore per le sorti di Liv e Malcom, nonostante, ripeto non siano riusciti a catturare del tutto la mia attenzione.
Concludendo, se l'autrice avesse lavorato un po' di più sulla prima parte del romanzo, quella dedicata alla dolce storia d'amore tra Liv e Malcom, sicuramente lo avrei apprezzato molto di più ed il finale mi avrebbe colpito molto di più, ma nonostante questo se siete alla ricerca di un libro delicato ma coinvolgente con il giusto bilanciamento tra romanticismo e mistero, sicuramente questo potrebbe fare al caso vostro!

3 e mezzo/5

LO AVETE LETTO, O VORRESTE LEGGERLO?

LASCIO QUI PER TUTTI VOI TUTTE LE TESSERE DEL DOMINO LETTERARIO DI FEBBRAIO, CORRETE A DARE UN'OCCHIATA A TUTTE QUANTE, PER SCOPRIRE TUTTO IL PERCORSO DEI COLLEGAMENTI CHE MI HANNO PORTATO A SCEGLIERE 'LIV FOREVER' COME LETTURA!


Chiara ❤

22 commenti:

  1. Risposte
    1. Anche se a me piace molto come genere mi aspettavo qualcosina in più!

      Elimina
  2. Ciao! La trama mi intriga molto, devo farci un pensierino

    RispondiElimina
  3. Non rientra nel mio genere di lettura, ma la storia sembra interessante e carina! Ci farò un pensiero (anche se nemmeno io son fan del colpo di fulmine)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I colpi di fulmine che sfociano nel classico amore epico sono intollerabili D:

      Elimina
  4. Ti confesso che la cover mi piace molto, magari in futuro lo leggerò!!! Stefania di Libri e altri disastri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La cover la trovo anche io estremamente carina!

      Elimina
  5. Ciao, sembra un libro adatto a me e, chissà, forse lo leggerò nei mesi prossimi =)!

    RispondiElimina
  6. Ho questo libro in libreria da quando è uscito ma non mi sono ancora decisa, grazie per avermelo ricordato devo assolutamente recuperarlo!

    RispondiElimina
  7. Letto appena uscito quanto mi è piaciuto questo libro e tu vedo che ci hai fatto un tema ahahaha

    RispondiElimina
  8. ce lo avevo già in lista, ho amato le citazioni che hai scelto di condividere sul blog... e penso che lo leggerò sicuramente!

    RispondiElimina
  9. Ciao Chiara, non sembra rientrare nel genere che leggo di solito comunque bella recensione:D

    RispondiElimina
  10. Partendo dalla sinossi non mi aspettavo questo plot twist di Liv che muore! Penso che terrò questo libro in considerazione, grazie per avermelo fatto scoprire!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giuro che non è spoiler! Parte tutto da lì, sono gli eventi che ne susseguono ad essere il vero fulcro della storia!

      Elimina
  11. Chiara che bello, ci sei anche tu! **
    Come sempre le tue recensioni sono bellissime, lo sai che sono di parte, per quanto riguarda il libro me lo segno, mi hai incuriosita!

    RispondiElimina
  12. Ammetto che, da una parte, mi intriga, ma non sono totalmente convinta di volerlo recuperare.

    RispondiElimina