martedì 18 giugno 2019

REVIEW PARTY "La Corte di Nebbia e Furia" di Sarah J.Maas {MONDADORI}

Buon Martedì amici dei libri, bentornati sul blog!
Oggi per voi la recensione del secondo volume della saga fantasy dedicata alle Fate di Sarah J.Maas, che ha creato per noi una storia eccezionale, dove è stata capace di unire tutti gli elementi per creare un romanzo pazzesco capace di lasciare il lettore euforico ed al contempo distrutto da tutto quello che al suo interno accade... pronti?
Vi faccio un piccolo spoiler: ho amato questo romanzo!


copertina
Titolo: La Corte di Nebbia e Furia
Titolo originale: 
A Court of Mist and Fury
Autore: Sarah J. Maas
Editore: Mondadori
Genere: Fantasy
Pagine: 624
Cartaceo: 17.90 € 
Data di uscita: 18 Giugno 2019

Dopo essersi sottratta al giogo di Amarantha e averla sconfitta, Feyre può finalmente ritornare alla Corte di Primavera. Per riuscirci, però, ha dovuto pagare un prezzo altissimo. Il dolore, il senso di colpa e la rabbia per le azioni terribili che è stata costretta a commettere per liberare se stessa e Tamlin, e salvare il suo popolo, infatti, la stanno mangiando viva, pezzetto dopo pezzetto. E forse nemmeno l'eternità appena conquistata sarà lunga a sufficienza per ricomporla. Qualcosa in lei si è incrinato in modo irreversibile, tanto che ormai non si riconosce più. Non si sente più la stessa Feyre che, un anno prima, aveva fatto il suo ingresso nella Corte di Primavera. E forse non è nemmeno più la stessa Feyre di cui si è innamorato Tamlin. Tanto che l'arrivo improvviso e molto teatrale di Rhysand alla corte per reclamare la soddisfazione del loro patto - secondo il quale Feyre dovrà passare con lui una settimana al mese nella misteriosa Corte della Notte, luogo di montagne e oscurità, stelle e morte - è per lei quasi un sollievo. Ma mentre Feyre cerca di barcamenarsi nel fitto intrico di strategie politiche, potere e passioni contrastanti, un male ancora più pericoloso di quello appena sconfitto incombe su Prythian. E forse la chiave per fermarlo potrebbe essere proprio lei, a patto che riesca a sfruttare a pieno i poteri che ha ricevuto in dono quando è stata trasformata in una creatura immortale, a guarire la sua anima ferita e a decidere così che direzione dare al proprio futuro e a quello di un mondo spaccato in due


Immagine correlata

Dopo aver letto il primo romanzo di questa serie mi ritenevo soddisfatta e difatti l'ho premiato con un bel 'cinque stelle', ma ora dopo aver letto questo secondo volume mi trovo costretta a tirare fuori dal cilindo un'altra stella per far comprendere quanto questo secondo volume mi sia piaciuto, facendo apparire il primo solo un antipastino prima del piatto forte...

La vita di Feyre, dopo la battaglia avuta contro Amarantha, è totalmente cambiata, ora, infatti, a causa del suo sacrificio che le valse la vita e della conseguenze resurrezione avvenuta per opera dei Fae, si trova a doversi confrontare con la sua nuova natura immortale di fata.
Una volta ritornata al maniero di Tamlin, finalmente liberato dalla maledizione che lo ha oppresso per mezzo secolo e nonostante la speranza di entrambi di coronare il loro sogno d'amore, le cose non vanno come Feyre e il suo Signore della Corte di Primavera vorrebbero: la giovane infatti si trova schiacciata dal peso di tutti gli orrori, subiti ed inferti durante lo scontro con Amarantha, che le lacerano l'anima facendola vivere giorni e notti di dolore, disperazione e angoscia, che non riesce a sfogare in nessun modo, poichè Tamlin, terrorizzato da ciò che potrebbe succedere alla sua Feyre, la costringe ad una vita claustrofobica all'interno delle mura del suo palazzo, precludendole la possibilità di una vita vera.

Risultati immagini per feyre archeron

L'unico sfogo che Feyre ha è quello dato dall'accordo con Rhysand, Signore della Corte della Notte, stipulato in precedenza, che prevede che per una settimana al mese la giovane fata debba trasferirsi presso la corte del magnetico Rhys, che, inaspettatamente si scopre essere un affascinante compagno di avventura, tanto pericoloso quanto seducente.
La 'tarantella' che nasce tra questi tre personaggi viene affiancata da un nuovo pericolo imminente, infatti, Amarantha non era l'unica a volersi accaparrare tutto, e qualcun altro, ora, è deciso a farsi spazio in questa storia.
Sarà capace Feyre a gestire il suo dolore, la sua trasformazione, un nuovo nemico e, soprattutto, i sentimenti che prova per Tamlin e Rhysand che le scombussolano il cuore?

Immagine correlata

Come vi dicevo prima, questo libro merita molto più di cinque stelle, e, nonostante aessi già letto milioni di opinioni a riguardo, non avrei mai immaginato che potesse così tanto colpirmi e sconvolgermi!
Ritroviamo, in questo secondo capitolo, molti dei personaggi che abbiamo imparato a conoscere e ad apprezzare nel precedente volume, ed in particolare affrontiamo, nuovamente, i tre protagonisti principali, che ci mostrano l'altro lato della medaglia, che era, in ACOTAR, ben nascosto: Feyre ha vissuto una serie di esperienze che l'hanno cambiata totalmente, la giovane, infatti, vive un momento di profondo dolore e sconforto a cui non eravamo stati abituati, e proviamo il desiderio di aiutarla il più possibile per alleviare il dolore bruciante che ha nel petto, ed in più deve anche fronteggiare il suo cambiamento e la sua nuova natura, così diverso, così spaventoso ed allo stesso tempo così straordinario e potente.


Tamlin, che si era dimostrato essere misurato e perfetto, in questo volume ci mostra le sue paure e le sue fragilità, che sfociano in una serie di comportamenti sbagliati nei confronti della donna che ama, che li allontanano in maniera inaspettata e sconvolgono il lettore.

Immagine correlata

Colui che non rimane sconvolto dal cambiamento di rapporto tra Feyre e Tamlin è il lettore che, nel precedente volume, ha puntato tutto su Rhysand, come me, che sin dal primo incontro di carta sono stata affascinata dai suoi occhi penetranti e magnetici, ed ho sentito l'irrefrenabile bisogno di sperare che lui potesse conquistare la bella Feyre, con cui, finalmente, riesce a sviluppare un vero e proprio rapporto e ad instaurare con lei un legame profondo e, da me, tanto sperato.
Rhysand, in questo volume, ha dato prova di possedere un cuore enorme, e di saper provare un amore puro e disinteressato che lo rende invincibile ed in grado di fare qualsiasi cosa pur di poterlo difendere ed onorare. Inutile dire che, come molti altri, ci avevo visto lungo e avevo puntato tutti i miei sogni e le mie speranze sul signore della Corte della Notte, e sono rimasta estremamente soddisfatta del cambiamento che lo caratterizza in questo romanzo, con la speranza che nel terzo si possa scandagliare ancora di più la profonda anima di questo Fae dallo sguardo magnetico.


Lo stile della Maas, l'autrice, è, come sempre, straordinario e coinvolgente, non c'è niente da fare, ogni parola che esce dalla sua penna è pura magia: i personaggi sono tridimensionali, in grado di bucare la pagina e creati a regola d'arte, come le descrizioni dei luoghi ed il worldbuilding, che già mi avevano affascinata nel primo volume, ma che, in questo caso, mi hanno proprio stesa, e ho avuto come la sensazione di trovarmi esattamente affianco dei protagonisti in ogni scena, potevo sentire il profumo di Rhysand, il rumore di passi nel maniero di Tamlin, il respiro trafelato di Feyre durante le sue crisi.
L'autrice, come sempre, non sbaglia un colpo.

Risultati immagini per feyre and rhysand

Di questo secondo romanzo potrei parlare ancora ore, raccontarvi di come il finale mi abbia straziata, di come gli sguardi tra Rhysand e Feyre mi abbiano emozionata o di come mi sia sentita arrabbiata con Tamlin quando lasciava Feyre soffrire sola, ma concluderò dicendo che, nonostante abbia appena terminato la lettura di questo bel mattoncino, io non veda l'ora di rileggerlo, di godermi nuovamente ogni istante ed ogni emozione che ne scaturirà.
Bello, bello, bello, bello. Uno dei migliori libri, per me, di sempre.



lunedì 17 giugno 2019

BLOGTOUR "Darkest Minds 4 - LA FUGA" di Alexandra Bracken - RECENSIONE 'DARKEST MINDS'

Buongiorno amici dell'etere, buon lunedì!
E chi lo dice che il lunedì è sempre un giorno 'NO'?!
Infatti oggi comincia il blogtour dedicato all'uscita del nuovo capitolo della serie distopica di  Alexandra Bracken, a cui abbiamo deciso di dedicare tutta la settimana!
Cominciamo quindi oggi con la mia recensione del primo capitolo della serie... Pronti!?





Titolo: Darkest Minds
Autrice: Alexandra Bracken
Editore: 
Sperling & Kupfer
Genere: Distopico
Pagine: 360
Prezzo: 17,90€
Data di uscita: 24 Luglio 2018

Quando Ruby si sveglia il giorno del suo decimo compleanno, qualcosa in lei è cambiato. Qualcosa di abbastanza preoccupante da costringere i genitori a mandarla a Thurmond, un brutale campo di riabilitazione gestito dal governo dove sono rinchiusi i giovani come lei. Ovvero, i giovani che sono riusciti a sopravvivere alla misteriosa malattia che ha decimato la popolazione e che da allora sembrano aver acquisito poteri speciali. Ci sono i Verdi, dotati di un'intelligenza eccezionale; i Blu, di telecinesi; i Gialli, che controllano l'elettricità; i Rossi il fuoco e gli Arancioni, come Ruby, la mente umana. Ora Ruby ha sedici anni ed è riuscita a scappare da quell'inferno, ma per lei l'incubo non è ancora finito. Durante la sua fuga, però, incontra un gruppo di ragazzini evasi come lei: Zu, Ciccio e Liam, carisma da leader e decisamente carino. Ma Ruby non può rischiare di avvicinarsi a lui. Sarebbe troppo pericoloso. E, in viaggio verso l'unico rifugio sicuro, ci sono già fin troppi pericoli da affrontare...



Immagine correlata

Un'epidemia mortale colpisce tutti i ragazzini preadolescenti ed adolescendi in un'America del futuro; le persone sono scosse, terrorizzate da questa morìa e spaventate ancora di più da quello che accade a tutti i ragazzini che le sopravvivono: questi, infatti, sviluppano una serie di poteri di vario genere, che li condanna ad una vita da relegati in campi di contenimento dove sono costretti a lavorare forzatamente, sotto l'attenta vigilanza delle forze speciali, e a non avere rapporti con l'esterno.
All'interno di questi campi i ragazzini vengono smistati in base al genere di potere che li caratterizza, che è abbinato ad un colore specifico: i 'rossi' controllano il fuoco, i 'gialli' sono elettromagnetici, i 'blu' sono telecinetici, i 'verdi' hanno un'intelligenza oltremodo sviluppata e gli 'arancioni', considerati i più pericolosi, controllano la mente umana.


Ruby, la protagonista, è rinchiusa nel campo di concentramento di Thurmond da sei anni con l'accusa di essere in grado di controllare le menti altrui e porta dentro di se il dolore per aver causato tanto dolore, a causa del suo potere, prima di essere rinchiusa nel campo, al cui interno però, al momento della reclusione, riesce a farsi passare per 'verde', scampando così ad uno sterminio di tutti i 'rossi', i 'gialli' e gli 'arancioni' considerati pericolosi.
Nei sei anni in cui la giovane è costretta a vivere a Thurmond sopporta ogni genere di sopruso, angheria e maltrattamento ed ha perso ogni speranza, la prigionia l'ha completamente svuotata, privandola di ogni forza vitale, fino a quando, un giorno, resta invischiata in un piano ribelle, che la porterà a ritrovare la, ormai insperata, libertà.
In un mondo ormai arido di compassione ed amore, Ruby si trova a lottare per sopravvivere al fianco di altri tre ragazzi, 'blu' 'verde' e 'giallo', fuggiti, come lei, da un campo di concentramento. I quattro ragazzi, insieme, fuggono alla ricerca di un luogo, considerato quasi un'oasi, dove si dice che i ragazzi possano vivere in pace, senza la paura di essere nuovamente rinchiusi, o peggio, dal governo.
Con la speranza di trovare questo luogo, Ruby con Zu, Ciccio e Liam si addentrano sempre di più in un mondo che non è per niente come lo ricordavano, e dove è impossibile fidarsi di qualcuno.
Riusciranno i quattro ragazzi a ritrovare la pace che meritano oppure il sistema li ripiegherà al suo volere?


'The Darkest Minds' di Alexandra Bracken è un young-adult distopico che mi ha tenuta incollata alle pagine, poichè, rispetto ad altri libri dell'autrice, che ci ha da sempre abituata ad uno stile più completto, qui invece, considerando il pubblico a cui la storia è indirizzata, ha deciso di usare uno stile più semplice, più alla portata di tutti, senza tralasciare l'azione, nascondendo colpi di scena in ogni dove e regalandoci comunque una storia con dei messaggi intrinsechi molto potenti: la paura è in grado di plasmare le menti in modi inaspettati e terribili e la segregazione è una piaga sociale di cui, a causa della paura stessa, non ci libereremo mai.


Ruby, la nostra protagonista, mi è piaciuta molto, l'ho trovata un personaggio molto forte, capace di lottare fino allo stremo delle forze, nonostante la sua bontà ed ingenuità, che la portano talvolta a rischiare davvero la vita.
Più ci inoltriamo nella storia più conosciamo Ruby e scopriamo cosa la logora dall'interno: in passato, a causa dei suoi poteri incontrollabili ha commesso errori indicibili e per i quali crede di essere un mostro, che lei stessa teme e per cui non trova la forza di perdonarsi.
Mi è piaciuto il rapporto che, nonostante il suo desiderio di estraniarsi sempre per paura di risvegliare il mostro che crede di avere dentro, Ruby è riuscita a costruire con i suoi tre compagni di avventura, che affrontando con lei questo percorso la aiutano a prendere coscienza di quello che realmente è.

Risultati immagini per darkest minds film

Zu, è una piccola 'gialla', capace quindi di gestire l'elettricità, e che, per questo è stata oggetto di esperimenti che l'hanno segnata tanto da farle perdere la capacità di comunicare a voce. Lei, che comunica sempre attraverso un quaderno che porta sempre con se, si affeziona a Ruby in maniera molto profonda, tanto da considerarla ben presto, al pari di una sorella, ed entrambe sono capaci di spronarsi e darsi forza anche nei momenti più bui.
C'è, poi, Ciccio, un 'verde', dotato quindi di un'intelligenza fuori dal comune, scaltro, arguto e razionale, che all'inizio non accetta di buon grado la presenza di Ruby all'interno del gruppo, ma piano piano, mettendo da parte la diffidenza, si dimostra leale nei suoi confronti, dimostrando al lettore quanto la sua presenza sia importante all'interno delle dinamiche del gruppo.
Ed infine c'è il 'blu' Liam, che non si può non amare, e che è al comando di questa piccola banda di ricercati; il ragazzo, che è uno dei più ricercati dalle forze speciali, si dimostra sin dall'inizio comprensivo e capace di non farsi intimidire dalle rivelazioni scabrose che emergono nel corso della storia, coraggioso ed indipendente, che non può fare a meno di preoccuparsi per la sorte dei suoi compagni che è pronto a difendere a qualunque costo.


Insomma, questo distopico dedicato ad un pubblico di ragazzi scivola molto bene e si legge senza difficoltà, nonostante i temi scottanti di cui sopra; ho apprezzato il lavoro fatto dall'autrice per permettere a tutti di leggere ed apprezzare questa storia, e sono pronta a scommettere che anche voi, se siete appassionati del genere, sarete in grado di lasciarvi coinvolgere in questa avventura, ricca di colpi di scena, al fianco di Ruby, Zu, Ciccio e Liam.





venerdì 14 giugno 2019

REVIEW PARTY "Ogni prima volta" di Justin A. Reynolds {PIEMME}

Buongiorno amici miei, ben tornati!
Oggi c'è per voi la recensione di un libro che io ho apprezzato moltissimo e che non vedo l'ora di condividere con voi... siete pronti?

L'immagine può contenere: una o più persone e testo



Titolo: Ogni Prima VoltaAutore: Justin A. ReynoldsEditore: PiemmeGenere: Young-Adult
Prezzo: 16,90 €
Pagine: 351
Data di pubblicazione: 11 giugno 2019
Jack King è un esperto in "Ci è mancato poco". Ci è mancato poco perché tenesse il discorso di fine anno, ci è mancato poco perché entrasse nella squadra sportiva della scuola e ci è mancato poco perché conquistasse la ragazza della sua vita. Poi Jack incontra Kate a una festa. I due restano a parlare fino all'alba, si scoprono innamorati degli stessi film e della stessa marca di cereali. È un colpo di fulmine in tutto e per tutto. Ehi, Jack, niente più "Ci è mancato poco"! Invece no, perché Kate muore. Normalmente la storia si concluderebbe qui, ma la morte della ragazza rispedisce Jack indietro nel tempo al loro primo incontro e lei è di nuovo lì. Bella e radiosa come sempre. Sembra una follia eppure se il destino ha davvero deciso di offrirgli una seconda possibilità, lui è determinato a prenderla al volo. Ma nessuna azione è senza conseguenze e quando si gioca con i fili del destino - si sa - ogni scelta può essere fatale.




Jack King è al suo ultimo anno di liceo, e la sua vita, fino al momento di scegliere le università è sempre stata normale, quasi mediocre, poichè nonostante i molteplici tentativi, sembra sempre che le occasioni gli sfuggano dalle mani proprio quando sta per acchiapparle.
Ad una festa Jack conosce Kate, con cui condivide passioni ed interessi, è la sua perfetta anima gemella e l'amore esplode tra di loro e la vita di Jack prende una piega positiva ed inaspettata; finalmente Jack sta vivendo veramente, non è più uno spettatore che si affaccia a sbirciare le vite degli altri, fino a quando, all'improvviso Kate muore.
Ed è qui che la vera avventura di Jack ha inizio: la morte di Kate lo scaraventa indietro nel tempo ed i due ragazzi si ritrovano, e Jack decide di cambiare il corso degli eventi, in modo che Kate non muoia e che lui possa aiutare anche i suoi migliori amici a dare una svolta alle loro vite.
Ma come ci insegnano i libri ed i film sui viaggi nel tempo, cambiare il corso della storia può avere delle conseguenze molto pericolose e la vita di Jack, Kate ed i loro amici può subire modifiche inaspettate e sorprendenti, ma non è detto, che alla fine dei giochi, tutti usciranno soddisfatti da questa ruota panoramica che affaccia sul destino, e Jack dovrà capire cosa è giusto e cosa no, per sistemare al meglio le cose per tutti e per salvare le persone che ama.


Che dire? Ho adorato questo romanzo incentrato sull'amore e l'amicizia, condito con un po' di paranormale grazie alla "questione" viaggi nel tempo, che mi conosce da un po' sa che che adoro, e che mi ha fatto pensare a come mi comporterei io se avessi la possibilità di riavvolgere i fili del tempo e ripercorrere alcuni passi.
Ho letto il romanzo tutto d'un fiato e non vedevo l'ora di scoprire come si sarebbero evolute le cose per Jack e chi gli vortica intorno, perchè se c'è una regola comune a tutte le opere che hanno come protagonisti i viaggi nel tempo è che ogni modifica piccola o grande che sia, alla fine, porterà uno sconvolgimento nella linea temporale principale, e questa non è da meno: la storia, man mano che viene riavvolta viene anche scombussolata e sorgono nuovi problemi e nuove emozioni, che sono stati capaci di non far perdere interesse nella storia.


Il romanzo è dolce, emotivo ed intenso, grazie al delicato Jack, che è capace, grazie alla sua goffagine, alla sua gentilezza, al suo buon cuore e alla sua intelligenza, a piantarsi nel cuore del lettore per non andarsene più: il lettore sviluppa una marcata empatia nei confronti del protagonista, e sente il bisogno fisico di tifare per lui, cercando, invano, di aiutarlo nel distrigarsi tra la matassa intricata che è il tempo, con le sue regole ferree ed inflessibili, e vorrebbe poi, visto l'accavallarsi incessante degli eventi, abbracciarlo e guidarlo attraverso le sue scelte, le loro conseguenze ed i suoi errori.
Ho trovato anche dolcissima e, quasi, reale la relazione tra Jack e Kate, che arriva in tutta la sua delicatezza al lettore, che non può non affezionarsi ad essa, ed in ogni sbalzo temporale spera sempre che Jack sappia toccare le corde giuste per non sprecare un amore così puro e spontaneo come è il loro.


Sono convinta, comunque, che considerando tutti i molteplici argomenti e spunti trattati dall'autore, anche senza la sopranaturalità, la storia sarebbe stata dolce e capace di colpire al cuore, grazie, anche e soprattutto, al fatto che l'autore abbia deciso di sviluppare molte sotto-trame, come il rapporto di amicizia che coinvolge Jack e la sua coppia di amici, che oltre che a combattere delle loro personali battaglie vivono un dolcissimo rapporto, e come il matrimonio dei genitori di Jack, simbolo dell'amore vero, capace di superare ogni tempesta e attraccare in terre di speranza.
Lo sguardo sulla vita di Jack e di coloro che gli vorticano attorno ci viene fornito attraverso una serie di capitoli brevi, alcuni esilaranti, altri estremamente profoni, pieni di azione, brillanti e dinamici, conditi da uno stile fresco, giovane e vivace, e dallo sviluppo intelligente di una trama che non annoia mai.


Concludendo 'Ogni prima volta' è la storia di un ragazzo arrivato ad un punto della sua vita dove deve necessariamente buttarsi a capofitto nella vita, senza aver paura di rischiare, senza aver paura di affrontare gli errori, senza aver paura di perdonare ed essere perdonato.
Jack ci insegna come aver paura di 'arrivare in ritardo' sulle cose non debba precluderci la possibilità di tentare con coraggio a lanciarci e vivere, di affrontare il tempo come un amico, perchè tutte le nostre vite sono scandite dal tempo e abbiamo bisogno di vivere ogni attimo, goderci ogni piccolo istante, come fosse l'ultimo, perchè il passato, anche se in qualche modo può tornare, non può essere cambiato, e dobbiamo interiorizzarlo ed imparare, in qualche modo ad apprezzarlo in tutta la sua interezza, attingendo ad ogni insegnamento che sedimenta in noi.


Leggere questa storia mi ha emozionata molto, mi ha fatta ridere e commuovere, e nonostante le apparenze non è una storia facile, poichè in circa trecentocinquanta pagine è capace di attraversare la vita in tutta la sua complessità, toccare temi come l'amore, l'amicizia, la perdita, il coraggio, il perdono, la paura e gli errori e lasciarci con gli occhi pieni di lacrime ma il cuore pieno di bruciante audacia.



venerdì 7 giugno 2019

BLOGTOUR "Un letto per due" di Beth O'Leary - INSIDE BOOKS: STORIE FAMOSE TRA COINQUILINI {Mondadori}

Buongiorno amici dei libri, buon venerdì!
Pronti per questo weekend alle porte?
Cosa vi piacerebbe fare? Poltrire tra le lenzuola e rilassarvi?
Allora forse questo è il libro che fa per voi...




TITOLO: Un letto per due
AUTORE: Beth O'Leary
EDITORE: Mondadori
GENERE: Contemporary romance
PAGINE:370
PREZZO: 18,50€
DATA DI PUBBLICAZIONE: 4 giugno 2019

Dopo il naufragio della sua storia d'amore, Tiffy Moore ha assolutamente bisogno di trovare una nuova sistemazione. E alla svelta. Peccato che il suo stipendio da junior editor sia poco compatibile con gli affitti stellari di Londra. Ma Tiffy non si dà per vinta e, spulciando le inserzioni, decide di rispondere a un annuncio singolare: dividere appartamento, camera, e soprattutto l'unico letto della casa, con Leon, un infermiere che fa i turni di notte. Una convivenza ideale: Leon occupa la casa di giorno, mentre Tiffy rientra la sera ed esce prima che lui torni. Unico scambio: un via vai di messaggi sul frigo. All'inizio formali, poi ironici, infine affettuosi... Due perfetti sconosciuti e una amicizia affidata a bigliettini di carta.
Ma quanto passerà prima che a Tiffy e Leon non venga la curiosità di vedersi?


INSIDE BOOKS: STORIE FAMOSE TRA COINQUILINI

Tra i libri più famosi ed amati degli ultimi anni troviamo quelli che hanno al centro della loro trama coppie di coinquilini che si amano e hanno imparato ad apprezzarsi.
Ne troviamo a bizzeffe, e di strani rapporti cominciati da una convivenza, forzata e non, ne abbiamo amati ed apprezzati ed ora sono qui per farvene conoscere alcune che ho trovato particolarmente interessanti... e soprattutto quelle che ho trovato più insolite e degne di nota!

Pronti?
Prendete carta e penna...


La prima coppia di coinquilini di cui ho deciso di parlare è decisamente una coppia atipica, ed è nata da una convivenza forzata: parlo di Feyre e Tamlin.
Decisamente una coppia nata sotto una cattiva stella, con Feyre costretta, da un patto tra umani e fate, ad andare a vivere  Regno di Prythian, nella dimora del possente e potente Tamlin...

Una volta tornata al suo villaggio dopo aver ucciso quel lupo spaventoso, però, la diciannovenne Feyre riceve la visita di una creatura bestiale che irrompe a casa sua per chiederle conto di ciò che ha appena fatto. L'animale che ha ucciso, infatti, non era un lupo comune ma un Fae e secondo la legge «ogni attacco ingiustificato da parte di un umano a un essere fatato può essere ripagato solo con una vita umana in cambio. Una vita per una vita». 
Ma non è la morte il destino di Feyre, bensì l'allontanamento dalla sua famiglia, dal suo villaggio, dal mondo degli umani, per finire nel Regno di Prythian, una terra magica e ingannevole di cui fino a quel momento aveva solamente sentito raccontare nelle leggende. Qui Feyre sarà libera di muoversi ma non di tornare a casa, e vivrà nel castello del suo rapitore, Tamlin, che, come ben presto scoprirà la ragazza, non è un animale mostruoso ma un essere immortale, costretto a nascondere il proprio volto dietro a una maschera. Una creatura nei confronti della quale, dopo la fredda ostilità iniziale, e nonostante i rischi che questo comporta, Feyre inizierà a provare un interesse via via più forte che si trasformerà ben presto in una passione dirompente.
Quando poi un'ombra antica si allungherà minacciosa sul regno fatato, la ragazza si troverà di fronte a un bivio drammatico. Se non dovesse trovare il modo di fermarla, sancirà la condanna di Tamlin e del suo mondo...


Risultati immagini per the selection libro

Un'altra coppia di "coinquilini" un po' particolare è quella nata tra America e Maxon: lei una ragazza come tante, di un ceto inferiore costretta, suo malgrado, a recarsi presso il palazzo del regno per competere per conquistare il Principe Maxon.
Decisamente una coppia di 'coinquilini-non coinquilini' considerando l'enorme palazzo in cui vivono.
Per tutto il tempo della competizione i due ragazzi proveranno a combattere con i loro sentimenti, che li attraggono e respingono ogni giorno, ma alla fine saranno costretti a capitolare... perchè si sa, l'amore ci mette al tappeto!


Molti anni dopo la Quarta guerra mondiale, in un Paese lontano, devastato dalla miseria e dalla fame, l'erede al trono sceglie la propria moglie con un reality show. Spettacolare. Così, per trentacinque ragazze la Selezione diventa l'occasione di tutta una vita. L'opportunità di sfuggire a un destino di fatica e povertà. Di conquistare il cuore del bellissimo principe Maxon, e di sognare un futuro migliore. Un futuro di feste, gioielli e abiti scintillanti. Ma per America Singer è un incubo. A sedici anni, l'ultima cosa che vorrebbe è lasciare la casa in cui è cresciuta per essere rinchiusa tra le mura di un palazzo che non conosce ed entrare a far parte di una gara crudele. In nome di una corona - e di un uomo - che non desidera. Niente e nessuno, infatti, potrà strapparle dal cuore il ragazzo che ama in gran segreto: il coraggioso e irrequieto Aspen, l'amico di sempre, che vorrebbe sposare più di ogni altra cosa al mondo. Poi, però, America incontra il principe Maxon, e la situazione si complica. Perché Maxon è tutto ciò che Aspen non sarà mai: affascinante, gentile, premuroso e immensamente ricco. E può regalarle un'esistenza che lei non ha mai nemmeno osato immaginare...


Risultati immagini per fidanzati dell'inverno

Ecco a voi l'ennesima coppia di coinquilini che si trovano a vivere insieme per una forzatura: Ofelia e Thorn sono costretti a fidanzarsi per il volere delle loro famiglie, e si trovano a dover convivere nell'imponente casa della zia di lui, dove le cose sono davvero molto molto bizzarre, e dove Ofelia è costretta ad imparare a convivere con una realtà che non le appartiene e a cui non è assolutamente abituata.
Queste differenze portano la relazione di Ofelia e Thorn a compiere molte peripezie prima di trovare un degno "finale...


"Fidanzati dell'inverno" è il primo volume di una saga fantastica (L'Attraversaspecchi) che si snoda tra le mirabolanti peripezie della protagonista Ofelia, una ragazza un po' goffa ma dotata di due doni assolutamente speciali (può attraversare gli specchi e leggere il passato degli oggetti), e dei bizzarri personaggi che la circondano. Ai "Fidanzati dell'inverno" seguirà la pubblicazione degli "Scomparsi di Cbiardiluna" e "La memoria di Babele". L'Attraversaspeccbi è una serie letteraria che mescola fantasy, belle époque, steampunk.




Ho scelto, finalmente, una storia "normale" che vede come protagonisti che si trovano a convivere nello stesso alloggio durante gli anni di università.
Allie e Kaden condividono l'appartamento e col tempo sviluppano un rapporto di amicizia che oscilla tra amore ed odio.
Entrambi sono due ragazzi con molto carattere, tra una passeggiata in montagna ed una serata a ridere, le scintille sono assicurate...


Nuovo nome, nuovo taglio di capelli, nuova città. Così Allie Harper, diciannove anni, è pronta a scrivere la sua storia, a un migliaio di chilometri di distanza dal suo passato, all'università di Woodshill, dove si è iscritta a Letteratura. Ma c'è ancora un tassello mancante per rendere davvero perfetto questo nuovo inizio: un alloggio. La ricerca si sta rivelando più difficile del previsto e Allie ha smesso di contare i tentativi andati male. Finché, all'ultimo appuntamento in agenda, finalmente arriva lei: la casa perfetta. Pulita, luminosa e accogliente. Peccato per la compagnia: con i suoi tatuaggi e l'aria strafottente, Kaden White è l'ultima persona con cui Allie vorrebbe condividere un appartamento. E Kaden, dal canto suo, non vuole affatto una coinquilina, che lo tramortisca con tutte le sue chiacchiere da donna. Purtroppo per loro, però, le circostanze non lasciano altra scelta. Non resta quindi che arrendersi e stabilire immediatamente le tre regole fondamentali per la convivenza perfetta: niente sentimentalismi, nessun'interferenza nei fatti altrui e, soprattutto, nessun contatto fisico. Ma le regole sono fatte per essere infrante...


La moglie del califfo (eNewton Narrativa) di [Ahdieh, Renée]

Niente, purtroppo non resisto, e come ultima coppia da prendere in esame ho scelto un'altra coppia un po' particolare... ovvero quella di  Shahrzad e Khalid. Shahrzad si offre volontariamente in moglie allo spietato Khalid, che ogni giorno sposa una giovane diversa per poi toglierle la vita dopo la prima notte di nozze. Shahrzad ha una missione da compiere, ovvero quella di riuscire a spezzare l'orrendo ciclo di sangue messo in piedi dal giovane califfo, uccidendolo... ma tra i due, la convivenza, farà scattare qualcosa di molto intenso, e costringerà entrambi a scendere a patti col proprio destino...
Al calar del sole sul regno di Khalid, spietato califfo diciottenne del Khorasan, la morte fa visita a una famiglia della zona.
Ogni notte, infatti, il giovane tiranno si unisce in matrimonio con una ragazza del luogo e poi la fa uccidere dopo aver consumato le nozze, prima che arrivi il nuovo giorno. Ecco perché tutti restano sorpresi quando la sedicenne Shahrzad si offre volontaria per andare in sposa a Khalid. In realtà, ha un astuto piano per spezzare quest’angosciosa catena di terrore, restando in vita e vendicando la morte della sua migliore amica e di tante altre fanciulle sacrificate ai capricci del califfo. La sua intelligenza e forza di volontà la porteranno a superare la notte, ma pian piano anche lei cadrà in trappola: finirà per innamorarsi proprio di Khalid, che in realtà è molto diverso da come appare ai suoi sudditi. E Shahrzad scoprirà anche che la tragica sorte delle ragazze non è stata voluta dal principe. Per lei ora è fondamentale svelare la vera ragione del loro assurdo sacrificio per interrompere una volta per tutte questo ciclo che sembra inarrestabile.



ANCHE A VOI PIACCIONO LE STORIE CHE HANNO COME PROTAGONISTE COPPIE DI COINQUILINI UN PO' PARTICOLARI?
SI?
ALLORA SONO PIUTTOSTO SICURA CHE TIFFY E LEON ED I LORO BIGLIETTINI SUL FRIGO SARANNO CAPACI DI RAPIRVI IL CUORE, COME HANNO FATTO CON ME!


mercoledì 5 giugno 2019

REVIEW PARTY "Solo un battito del cuore" di Emma Cooper {GARZANTI}

Buongiorno amici dei libri, buon mercoledì!
Oggi, insieme alle mie colleghe blogger, voglio parlarvi, in occasione del Review Party che lo vede come protagonista, del nuovo e dolcissimo romanzo Garzanti, che troverete in libreria da domani...

L'immagine può contenere: testo

Titolo: Solo un battito del cuore
Titolo originale: The song of us
Autore: Emma Cooper
Editore: Garzanti
Collana: Narratori Moderni
Pagine: 384
Prezzo: 18,60€
Data di uscita: 6 Giugno 2019

C'è solo una cosa che riesce a rendere davvero felice Melody: cantare. Persino nelle situazioni più improbabili, intonare "I will survive", "Don't stop me now" o "Single ladies" le fa dimenticare ogni cosa. I suoi due figli adolescenti spesso provano imbarazzo per questa stramba passione. Non sanno, però, che è il modo escogitato dalla loro madre per aiutare la famiglia ad andare avanti e a dimenticare. Dimenticare un marito, e un padre, che da un giorno all'altro li ha lasciati, sparendo nel nulla e rendendo inutile ogni tentativo di rintracciarlo. Melody ha deciso che le canzoni avrebbero riportato l'allegria in casa, perché sa che la cosa più importante è far percepire ai figli l'esistenza di un affetto profondo e invincibile. Più forte dell'ossessione di Rose di ritrovare il padre o del tentativo di Flynn di far finta che non sia mai esistito. Finché accade qualcosa di inaspettato: Melody scopre che hanno trovato un uomo che potrebbe essere suo marito. Non le è stato detto altro, ma si tratta di una notizia che può cambiare ogni cosa. Se dovesse essere lui, mille domande senza risposta ne esigerebbero una. Se non dovesse essere lui, un'altra piccola ferita si aprirebbe sopra le altre. E, questa volta, Melody non riesce a trovare una canzone che le faccia tornare il sorriso. Eppure forse è proprio quello di cui lei e i suoi figli hanno bisogno: forse, questa nuova speranza è ciò che può unirli come un tempo. Può far riscoprire loro che esiste un «noi» più forte di tutto. Che insieme possono affrontare il destino. Che per comporre una melodia servono molte note diverse note che si accordino tra loro e risuonino come un unico battito del cuore.



La vita di Melody e della sua famiglia non è stata affatto facile ed ognuno dei componenti ha dovuto faticare per stare a galla nel mondo: Flynn porta i segni sul viso di un incidente che ha avuto da piccolo, mentre suo padre, scomparso da oltre un decennio, era alla guida e questi marchi lo hanno reso soggetto a bullismo e ad un handicap, vista la sua cecità ad un occhio, e Rose vive la sua vita alla continua ricerca di suo padre, con la speranza di ripristinare una 'pace' familiare persa ormai da tempo.
Inoltre Melody, oltre ad avere a che fare con la scomparsa del marito Dev, e ai problemi dei figli, dopo aver avuto un incidente dove è rimasta ferita alla testa, convive con una strana condizione che la costringe, nei momenti di ansia e disagio, a cantare intere canzoni ad alta voce, in pubblico, con movimenti di ballo annessi, e questo provoca grande disagio in lei e nei suoi figli.
Ma la vita della famiglia King non è sempre stata così assurda e complicata, infatti, Melody e Dev erano una coppia straordinaria, con un rapporto speciale, un grande amore e due figli gioiosi e che amavano molto, ma il destino scombussola le carte in tavola quando coinvolge in un incidente Dev ed i suoi figli, sfregiando, appunto, Flynn.


Da quel momento la vita dei King cambia, si complica e prende la piega sbagliata che ancora li comprime: Dev, a causa dello schiacciante senso di colpa che lo attanaglia, inizia a cambiare, a non essere più l'uomo che ha fatto innamorare Melody, ed un giorno, semplicemente scompare, lasciando una donna a pezzi a raccattare i cocci della loro vita insieme e a tirare su i suoi due figli, facendola, ogni giorno di più, rassegnare alla definitiva scomparsa del marito, dato ormai per morto.
La speranza per la canterina Melody, la fiduciosa Rose e l'arrabbiato Flynn si riaccende quando un giorno, ad oltre un decennio dalla sua scomparsa, viene avvistato un uomo, in una città vicina, che potrebbe essere Dev.
Le domande si affollano nella mente musicale di Melody che è pronta a fare i conti col passato, a scoprire cosa si nasconde veramente dietro alla scomparsa di Dev.
L'uomo potrebbe essere vivo?
Perchè, in caso positivo, se ne sarebbe andato?
Cosa vuol dire tutto questo per Melody, Rose e Flynn?


Questo romanzo è stato molto più toccante e sorprendente di quanto mi sarei mai potuta immaginare e mi ha emozionata e fatto provare sensazioni molto positive, nonostante alcuni momenti fossero estremamente tristi e toccanti.
Melody è una donna che nell'ultimo decennio ha dovuto imparare a convivere con una particolare condizione che la costringe, nei momenti di stress e disagio a cantare innumerevoli hit a squarciagola, anche in mezzo alla gente, convivendo con il disagio suo e dei suoi figli, Flynn, logorato dalla rabbia e oppresso dal bullismo, e Rose, speranzosa di ritrovare il padre, per cui ha dovuto fare da madre e padre.
Melody è un personaggio incantevole, per cui ho provato fortissima empatia, e che mi è tremendamente piaciuto esplorare: ci troviamo davanti ad una donna quasi inconsapevole di avere una forza d'animo straordinaria, di avere un cuore grande come la luna e di essere indispensabile per i suoi figli, nonostante l'imbarazzo che talvolta crea loro.
Il rapporto tra Melody ed i suoi figli è straordinariamente potente e ben ritratta per noi, c'è un'enorme quantità di amore in questo piccolo nucleo familiare da scaldare il cuore di tutti coloro che ne leggono le avventure.


Il romanzo è scritto in prima persona dal punto di vista di tutti e quattro i personaggi principali: le loro voci sono ben distinte ed è possibile vivere l'esperienza di vita della famiglia King ogni pagina con una voce diversa, ognuna con una sua personalità ben caratterizzata, che rende i quattro personaggi tridimensionali, capaci di bucare la pagina e di farsi percepire nella loro totale interezza.
Ho adorato il modo in cui Emma Cooper ha raccontato la storia dei King dando voce a tutti e quattro, creando quattro personalità differenti, con modi di esprimersi, età, passioni e speranze diverse, senza mai cadere nel banale e dotandoli di cuori e cervelli divisi e ben pensanti, regalandoci una visione emotiva d'insieme che ci regala intense emozioni, capaci di far tremare anche le nostre anime.
L'autrice tesse, con talento ed amore, le vicende dei King e ci regala un romanzo pieno di speranza, di amore, di dolore, di perdita, di seconde possibilità ed assurdi destini che ci arriva addosso e ci colpisce in pieno, lasciandoci tramortiti data la forza delle emozioni che scatena in noi, attraverso una montagna russa di emozioni, straziandoci e facendoci gioire con Melody.


Concludendo, come dicevo all'inizio, questo libro mi ha sorpresa e mi ha donato molto più di quanto mi sarei mai aspettata, divertendomi e straziandomi allo stesso tempo, esplorando, attraverso dei personaggi caratterizzati alla perfezione, temi importanti e toccanti come il bullismo, la perdita, la malattia, l'amore e la lotta che ogni giorno tutti viviamo sulla nostra pelle, nascosta agli occhi del mondo, celandola sotto sorrisi e speranze.