martedì 27 giugno 2017

BLOGTOUR "La rivincita di una libraia" di Cynthia Swanson, DREAMCAST

Ciao amici dell'etere, bentrovati e buon martedì! Oggi apriamo la giornata con l'ultima tappa del blogtour dedicato a "La rivincita di una libraia", edito da Garzanti ed uscito meno di una settimana fa; di cui vi avevo già parlato QUI ,e che presto si trasformerà anche in un film!

SCORRETE FINO IN FONDO ALLA TAPPA PER PARTECIPARE AD UN FANTASTICO GIVEAWAY!







Titolo: La rivincita di una libraia
Autore: Cynthia Swanson
Editore: Garzanti
Collana: Narratori Moderni
Genere: Narrativa
Data di uscita: 22 giugno 2017 
Pagine: 324
Prezzo: 16,90€ edizione cartonata

TRAMA:


Una libreria da salvare
Due vite tra cui scegliere
E la felicità come unico traguardo

Si dice che la vita sia tutta una questione di scelte: si prende una strada, ma poi si vorrebbe tornare indietro, convinti che tutto avrebbe potuto essere diverso. È quello che sta capitando a Kitty che, a trentotto anni, delusa dall’uomo che credeva essere l’amore della sua vita, ha preferito restare sola e circondarsi di pochi affetti sicuri. La sua unica vera gioia è una piccola libreria che ha aperto insieme all’amica del cuore Frieda. Ora, però, è un momento difficile per gli affari. Kitty lo sa bene ma non ha intenzione di mollare, perché non riesce a immaginarsi una vita diversa da quella in cui si sente al sicuro.


Eppure, proprio adesso inizia a sognare di essere la bella Katharyn, una donna che ha fatto altre scelte. Accanto a lei un marito premuroso, tre splendidi figli, di cui fa la mamma a tempo pieno, e uno stuolo di amici che la ammirano e la fanno sentire amata. All’inizio Kitty sembra non dare troppo peso a questi sogni che la visitano quasi ogni notte. Ma più cresce l’incertezza su quel che sarà di lei, più si chiede se non sia arrivato il momento di una svolta. Forse non è un caso che la vita che sogna sia tanto diversa dalla sua. Adesso Kitty non dovrà far altro che ascoltare il suo cuore e capire quali sono i suoi veri desideri. Perché il confine tra ciò che siamo e ciò che vorremmo essere è molto sottile e quando sogno e realtà si mescolano, le conseguenze sono del tutto imprevedibili.

📚 📚 📚 📚

La mia tappa è quella dedicata al DREAMCAST, ovvero tutti i volti noti che mi piacerebbe vedere nei panni dei protagonisti dei due mondi di Kitty: Kitty, Lars ed i tre gemelli e Kitty, Frieda e il coccoloso gatto Aslan!


KATHARYN 'KITTY' MILLER


"Esaminandomi allo specchio sopra la toeletta mi aspetto quasi di vedere una persona completamente diversa da me: chissà chi è questa Katharyn. Invece sono proprio io. Bassa, formosa, con esasperanti capelli biondo tiziano che formano un ciuffo ribelle sulla fronte e si arricciano crespi altrove, a prescindere da quanto spesso io vada a fare la messa in piega dal parrucchiere."

"A quanto pare nessuno in questo mondo onirico ha ereditato le mie color nocciola."





I due volti di Kitty per me hanno le sembianze di Julie Bowen!


venerdì 23 giugno 2017

Presentazione "Il passo in più", di Francesco Pierucci

Ciao amici dell'etere, benvenuti in questo nuovo post e buon inizio weekend!
Questa sera sono qui per presentarvi un romanzo Made in Italy che esploreremo meglio dal 26 giugno in un blogtour con, udite udite, un giveaway finale!
Parliamo di ....





Titolo: Il passo in più
Autore: Francesco Pierucci
Editore: Nulla Die (nulladie.com)
Data di pubblicazione: Aprile 2017
Genere: Romanzo di (de)formazione on the road

Sinossi:

Dopo il successo del suo primo romanzo Il passo in più, uno scrittore non riesce più a ritrovare l’ispirazione. Decide così di partire per un disperato viaggio on the road con la sua fidata Underwood Standard in cerca della creatività perduta. 

Durante il percorso a bordo della sua auto sgangherata incontrerà suo malgrado una serie di personaggi decisamente grotteschi tra cui uno sceneggiatore obeso, un falacrofobico con manie di grandezza e una pescivendola napoletana senza scrupoli. 

Tra fughe, risate, arresti e incidenti di ogni tipo, il protagonista vivrà un’avventura surreale dalle forti tinte cinematografiche che sarà difficile dimenticare. 


QUALCOSINA SULL'AUTORE...

Nato a Napoli nel 1989, Francesco Pierucci vive a Milano dove lavora come copywriter freelance. Grande appassionato di cinema, ha rappresentato l’Italia nella giuria internazionale del Festival di Venezia. Dopo aver collaborato a diverse antologie, ha pubblicato Dieci piccoli passi (La Gru 2011). Il passo in più è il suo primo romanzo.










Enjoy,
Chiara🚀

mercoledì 21 giugno 2017

TOP&FLOP! - Cinque libri letti sotto l'ombrellone ed ho amato e Cinque libri letti sotto l'ombrellone e NON amati!

Buon pomeriggio amici dell'etere, e buon primo giorno d'estate! (anche se con il caldo che c'è sembra essere cominciata da settimane!)
Quest'oggi vi presento una piccola lista su cinque libri che ho letto sotto l'ombrellone ed ho amato, e cinque che ho letto sotto l'ombrellone e non ho amato, o magari semplicemente non erano letture da sotto l'ombrellone perchè un po' più pesanti o altro...
Questo post nasce in collaborazione con la gentilissima Cristina de Il mondo di Cry (Passate da lei!!!!!!), con cui ho deciso di spulciare in libreria e tirare fuori i miei scheletri nell'armadio! Eh si, perchè che qualcosa non ci piace non sempre è facile da dichiarare, a volte per togliersi l'impiccio è meglio evitare direttamente l'argomento ma... noi siamo temerarie e qui ci esprimeremo in totale sincerità! -Sì, questo pezzo l'ho copiato dal mio stesso post sempre in collaborazione con Cristina, perchè mi pareva ancora indicato!-


PS Il post di Cry lo trovate → QUI 

Let's go!


CINQUE LIBRI CHE HO LETTO SOTTO L'OMBRELLONE ED HO AMATO 



Agatha Christie è un sempreverde della letteratura, adatta a qualsiasi stagione e a qualsiasi momento. In particolare questo libro l'ho letto sotto l'ombrellone in ben due occasioni, ed in entrambe mi ha coinvolto tantissimo rendendomi meno insofferente al sole cocente!





Harry Potter si ripropone come lettura sotto il mio ombrellone almeno una volta ogni paio di anni, questo perchè sono una fan sfegatata ed ciclicamente rileggo la saga ed immancabilmente uno dei romanzi finisce nelle letture da fare sotto l'ombrellone!

lunedì 19 giugno 2017

Segnalazione "La rivincita di una libraia" di Cynthia Swanson {Garzanti}

Ciao amici dell'etere!
Buon lunedììììì! Oggi vi lascio con la presentazione di un libro che uscità tra pochissimi giorni edito da Garzanti, e di cui settimana prossima ci sarà il blogtour che mi vede coinvolta insieme ad altri super blog!




Titolo: La rivincita di una libraia
Autore: Cynthia Swanson
Editore: Garzanti
Collana: Narratori Moderni
Genere: Narrativa
Data di uscita: 22 giugno 2017 
Pagine: 324
Prezzo: 16,90€ edizione cartonata

TRAMA:


Una libreria da salvare
Due vite tra cui scegliere
E la felicità come unico traguardo

Si dice che la vita sia tutta una questione di scelte: si prende una strada, ma poi si vorrebbe tornare indietro, convinti che tutto avrebbe potuto essere diverso. È quello che sta capitando a Kitty che, a trentotto anni, delusa dall’uomo che credeva essere l’amore della sua vita, ha preferito restare sola e circondarsi di pochi affetti sicuri. La sua unica vera gioia è una piccola libreria che ha aperto insieme all’amica del cuore Frieda. Ora, però, è un momento difficile per gli affari. Kitty lo sa bene ma non ha intenzione di mollare, perché non riesce a immaginarsi una vita diversa da quella in cui si sente al sicuro.


Eppure, proprio adesso inizia a sognare di essere la bella Katharyn, una donna che ha fatto altre scelte. Accanto a lei un marito premuroso, tre splendidi figli, di cui fa la mamma a tempo pieno, e uno stuolo di amici che la ammirano e la fanno sentire amata. All’inizio Kitty sembra non dare troppo peso a questi sogni che la visitano quasi ogni notte. Ma più cresce l’incertezza su quel che sarà di lei, più si chiede se non sia arrivato il momento di una svolta. Forse non è un caso che la vita che sogna sia tanto diversa dalla sua. Adesso Kitty non dovrà far altro che ascoltare il suo cuore e capire quali sono i suoi veri desideri. Perché il confine tra ciò che siamo e ciò che vorremmo essere è molto sottile e quando sogno e realtà si mescolano, le conseguenze sono del tutto imprevedibili.


QUALCOSINA SULL'AUTRICE...

Cynthia Swanson vive in Colorado con il marito e i figli. È scrittrice e designer. La rivincita di una libraia, il suo romanzo d’esordio, ha conquistato la stampa e i lettori, è stato bestseller del «New York Times» ed è in via di pubblicazione in tutto il mondo.






LO LEGGERETE?!

RICORDATEVI DI NON PERDERE NESSUNA DELLE TAPPE DEL BLOGTOUR PERCHE' CI SARANNO LE ISTRUZIONI PER VINCERE UNA DELLE TRE COPIE CHE CERCANO CASA!!


Enjoy,
Chiara📚




sabato 17 giugno 2017

BLOGTOUR "La locanda dove il mare parla piano" di Emma Sternberg, FOCUS SU LINN

Di nuovo buon sabato amici, vi avevo detto che oggi sarebbe stato un sabato di blogtour e belle sorprese!
In questo post parlerò di uno dei nuovo romanzi, con una copertina strepitosa, pubblicato da Sperling&Kupfer ed uscito pochissimi giorni fa e di cui avevo già fatto la presentazione QUI ed in particolare parlerò della protagonista Linn!



Titolo: La locanda dove il mare parla piano
Titolo originale: Fünf am Meer
Autore: Emma Sternberg
Editore: Sperling & Kupfer
Genere: Romance
Pagine: 360
Prezzo: 18,90€ 
Data di uscita: 13 giugno 2017

TRAMA:


Quando Linn perde in un solo giorno fidan­zato, casa e lavoro, impara due grandi lezioni. La prima: mai mettere tutta la tua vita in ma­no a un uomo. La seconda: mai disperare, perché la vita stessa sa sempre come sorpren­derti. Di lì a poche ore, infatti, un certo Mr. Cunningham, «cacciatore di eredi», spunta dal nulla con una notizia sensazionale: Linn ha ricevuto una casa negli Hamptons da una fantomatica zia d’America.
Lasciata la Germania con il primo volo per New York, Linn scopre così la Sea Whisper Inn, ovvero la locanda Sussurro del Mare: un’antica villa, un tempo adibita a pensione, dotata di parco, discesa al mare e – nuova sorpresa – cinque inquilini fissi. Sono i migliori amici della zia, cinque simpatici vecchietti. Mentre Linn tenta di escogitare un piano per salvare dai debiti la casa e magari riaprirla ai turisti, è sempre più conquistata dai fantastici cinque e dai loro racconti affascinanti su zia Dorothy e sulla vita glamour che si era reinventata dopo la fuga dall’Europa.
Ma in quella storia manca un dettaglio fon­damentale, un segreto struggente di cui resterebbe traccia solo in un quadro, miste­rioso e introvabile. Proprio la ricerca di quel dipinto scomparso permetterà a Linn di aprire una porta su quel passato… e fare finalmente luce sul proprio futuro.


Linn è una giovane ragazza con una testa piena di morbidi ricci ed un passato cupo sulle spalle; perde sua madre all'età di 10 anni, e dopo soli due anni resta orfana anche di padre. La sua giovinezza la passa tra famiglie affidatarie, che le danno un tetto sulla testa ma non l'amore di cui sente di aver bisogno. Questo amore lo trova quando trova Martin.
Martin, l'uomo con cui condivide la sua vita da 5 anni è sempre stato perfetto per lei, ed hanno adattato la loro vita affinchè potessero viverla insieme in tutte le sue sfaccettature: vivono insieme, lavorano insieme e la famiglia di Martin è diventata la sua famiglia, che la ama profondamente.
Ci sono state nella sua vita situazioni in cui si è sentita così sola da star male: sulla tomba della madre, su quella del padre. La prima mattina in cui si è svegliata nella casa della famiglia affidataria senza il coraggio necessario per scendere a fare colazione. E l'ultima volta quando apre la porta di casa e trova Martin con Katha, la sua amica e collega.
Il tradimento di Martin fa ricadere Linn in uno stato di fragilità che sperava di aver perso con lui: Linn torna ad essere per un momento la bambina piccola, impenetrabile ed terrorizzata dall'idea di rimanere sola.
Linn si sente tradita, ingannata, abbandonata a se stessa ancora una volta, inquita e ferita. Esausta dentro, e totalmente svuotata.
La sua occasione di riscatto sembra piovere subito da cielo, e Linn parte per lo stato di New York con un coraggio ed una caparbietà che non credeva di possedere. Libera, forte ed indipendente.
Quando conosce i cinque vecchietti del Sea Whisper Inn si trova catapultata in una realtà che sovverte la sua idea di felicità: cinque vecchietti che non hanno più il loro vero focolare familiare che ne hanno creato uno nuovo, creando nuove sinergie e nuovi legami.
Dentro Linn si fa strada la consapevolezza che probabilmente il legame d'amore che aveva con Martin era dettato da un sentimento profondo come l'egoismo: cercava in lui anche qualcos'altro oltre all'amore. Non amava soltanto lui, ma anche il focolare che lui le offriva; amava la sensazione di avere un posto nel mondo, in una cerchia di persone che l'aveva messa spontaneamente al centro.
Questi pensieri sviliscono i sentimenti che pensava di provare per lui, e capisce che l'amore deve essere al di là di ogni egoismo ed interesse personale e si rende conto che deve dare una svolta alla sua vita.
Cambia il modo di vedere il mondo, inizia a dare importanza ai piccoli gesti di coloro che la circondano e capisce che esistono molti tipi di amore, e che forse a Sea Whisper Inn potrebbe aver trovato il suo vero posto nel mondo. Non si sente più solo un peso, ma sente di essere un ingranaggio che rende ancora più perfetta la macchina già ben oliata che è composta dai cinque vecchietti.
Sente di aver trovato una casa per il suo cuore, e tira fuori tutto ciò che può per difenderla.
Linn affronta un percorso di crescita e di 'svezzamento' senza eguali, al fianco di chi la apprezza e la sprona a trovare una sua dimensione senza necessariamente aver bisogno di altri.
La ricerca del quadro che occupa gran parte della storia è un mezzo che Linn utilizza per cercare se stessa, per definirsi e creare i contorni della sua personalità da donna nuova, indipendente e con una nuova famiglia alle spalle.


SE IL LIBRO VI INCURIOSISCE PASSATE A DARE UN'OCCHIATA ANCHE ALLE ALTRE TAPPE DEL BLOGTOUR PER SCOPRIRE QUANTA DOLCEZZA SI NASCONDE TRA LE PAGINE!



FOCUS SU LINN, Chiara in Bookland

Un grazie speciale a Carlo Salvato di The Room Tales che ha creato per noi questi bellissimi banner!!

Enjoy,
Chiara🌻

BLOGTOUR "WOLF 2 - Il giorno della vendetta" di Ryan Graudin, INTERVISTA A YAEL E LUKA

Ciao amici dell'etere, bentornati sul blog... oggi è un sabato ricco di blogtour e belle sorprese, ed in proposito alla fine del post troverete una splendida sorpresa per voi!

Quest'ultima tappa del blogtour dedicato a WOLF 2- IL GIORNO DELLA VENDETTA, di Ryan Graudin ed edito da DEA PLANETA LIBRI pochi giorni fa, vedrà come protagonisti Yael e Luka, che hanno rilasciato per noi un'intervista esclusiva per farsi conoscere meglio!




Titolo: Wolf - Il giorno della vendetta
Autore: Ryan Graudin
Editore: De Agostini
Collana: Le gemme
Genere: Distopico
Pagine: 575
Prezzo: 14,90€
Data di uscita: 6 giugno 2017


TRAMA: 

È il 1956 e il mondo è in fermento: dopo decenni di dominio assoluto, Hitler è stato assassinato e la Resistenza è pronta a prendere le armi. A innescare la scintilla è stata Yael, la ragazza dagli straordinari poteri mutaforma, miracolosamente sopravvissuta al campo di concentramento. È solo grazie al suo coraggio se il Nuovo Ordine ha le ore contate. O almeno così tutti credono. Ma la verità è molto più complicata di come appare, e le conseguenze di quanto è accaduto sono devastanti. Ora Yael è in fuga in territorio nemico. Non è sola, però. Insieme a lei ci sono Luka e Felix, i due ragazzi che ha dovuto tradire per portare a termine la sua missione e che adesso vuole proteggere a ogni costo. Ed è nel bel mezzo del caos che il passato e il futuro di Yael si scontrano, obbligandola a fare i conti con i propri sentimenti. Odio e amore, vendetta e perdono. Scegliere non è facile, soprattutto quando sul piatto della bilancia ci sono da un lato il destino del mondo intero e dall’altro la vita di chi ama. Quale sarà la scelta di Yael? Vita o morte?



L'INTERVISTA A YAEL & LUKA

Yael, sei stata addestrata a combattere e a lottare per la libertà, nonostante la tua tempra e la scorza che ti caratterizzano c'è qualcosa che ti fa paura?

Ci sono milioni di cose per cui dovrei provare paura: la morte, i nazisti che spadroneggiano con i loro fucili puntati sulle nostre teste, potrei provare perfino paura nei confronti dell'amore, ma in realtà la mia paura più grande è rappresentata da un oggetto minuscolo ovvero gli aghi.
Quando esco dal tatuatore mi ritrovo in uno stato di turbamento ed inquietudine dovuta agli aghi, al ricordo degli aghi stessi che pungono la mia carne tra le mani esperte del dottor Geyer. Tutto quello che gli aghi possono fare, e di cosa mi hanno fatto. Mi hanno tolto molto, ma mi hanno dato qualcosa con cui poter combattere.


Quello che ti è stato dato ti ha reso la donna coraggiosa che sei ora, ricordi il momento in cui hai pensato con consapevolezza che un giorno avresti combattuto per la libertà al fianco della Resistenza?


La mia vita è un elenco infinito di momenti che mi hanno segnata e mi hanno condotta fino a qui, la prima a rendersi conto che io effettivamente potessi reagire e battermi è stata Babushka: la mia più vecchia amica, una delle anziane che condivideva con me la Baracca 7. E' stata lei a chiamarmi per la prima volta Volchitsa, lupa in russo, una creatura feroce ed ostinata per una bambina feroce ed ostinata.
Una sera la Babushka mi ha regalato delle matrioske spiegandomi che il dottore aveva ragione a sostenere che fossi una bambina speciale. "Sei speciale, Volchista" mi disse "Tu cambierai le cose.". Ed io così ho fatto.


Volchista, lupa. E' questo il segreto che ti ha spinta a tatuarti cinque lupi sul braccio per coprire il numero con cui ti marchiarono nel campo di concentramento in cui ti deportarono?

Quando ero appena una ragazzina sentii parlare per la prima volta di Valchiria ed investigai sul significato di questo termine; le Valchirie erano, per la mitologia norrena, delle bellissime vergini che comparivano sui campi di battaglia e selezionavano chi viveva e chi invece moriva.
Donne con ali maestose in mezzo alle battaglie a decidere. Chi viveva. Chi moriva. Belle, mostruose, temibili.
Mi sono sempre immaginata la scena: una donna potente dalle ali spiegate che incombeva sopra il Fuhrer. E sceglieva. Vita o morte.
Ho scelto il lupo perchè era l'animale che la Valchiria Gunnr cavalcava per andare in battaglia; è una creatura fatta di libertà e ferocia capaci di sopravvivere da sola ma alla ricerca costante del branco.
E cinque perchè quattro sono i miei fantasmi ed uno è un monito; Babushka, mamma, Miriam, Aaron-Klaus che ho amato e che mi hanno amata. E Vlad, il promemoria vivente che è sempre necessario guardare avanti. Ricordare da dove vengo, cos'ho passato. Ma guardare avanti nel mirino, anche se, come a Vlad, rimane un occhio solo.
I fantasmi resteranno, proprio come i numeri sotto strati di inchiostro. Come il nostro dolore, come il mio dolore. Ma non devo aver paura di loro.




Se i lupi che ha sul braccio sono il segno distintivo ed immutabile di Yael, i tuoi Luka sono senza dubbio il giubbotto di pelle e la piastrina che porti al collo. Esiste una storia dietro questi oggetti che sono una seconda pelle per te?

Sono oggetti scenici per il alimentare il mio fascino. Ah ok, volete la motivazione reale? Ok, ma sappiate che l'esplorazione della mia anima non mi renderà meno affascinante ai vostri occhi. Ecco...
Ho sempre avuto un'ammirazione per mio padre da piccolo, Kurt Löwe. Faceva parte dei Kradschützen, il corpo motociclistico d'élite che aveva giocato un ruolo chiave nell'attacco sul fronte russo, ma quando è stato colpito da una granata ed ha perso il braccio è stato rispedito a casa; avevano premiato il suo valore con un distintivo in argento ed una Croce di Ferro di seconda classe. Cicatrici e medaglie: i segni rivelatori degli eroi di guerra, ed io ne ero affascinato. Non c'era niente che desiderassi più di una bicicletta per poter giocare e fingere di essere un motociclista dei Kradschützen. Io volevo semplicemente essere come mio padre, ma lui non la prese molto bene... Mi lasciò fuori dalla porta durante uno dei natali più nevosi di sempre con indosso solo questo giubbotto e la piastrina, per insegnarmi a non piangere e a non mostrare le emozioni perchè le lacrime sono una debolezza, e lui non avrebbe tollerato di avere un figlio debole.
Ricorderò per sempre ciò che disse dopo avermi lanciato il suo giubbotto: "Un giovane tedesco deve essere forte. Resistente come il cuoio, duro come l'acciaio.".
Li indosso per non scordarmelo mai.


Immagino sia questo uno dei motivi per cui hai deciso di imbarcarti nel Tour dell'Asse. Chi è stato l'avversario più tosto di questo tour?

L'avversario più tosto, e non lo dico per vantarmi, sono stato io stesso. Luka
 Löwe contro Luka Löwe. Quando ho cominciato questo Tour dell'Asse avevo un solo obiettivo: vendicarmi di Adele, colei che mi aveva masticato il cuore e fatto sanguinare la testa rubandomi così la vittoria dello scorso anno.
Il mio piano era semplice: avrei osservato Adele Wolfe come un falco, avrei finto di amarla ancora conquistando la sua fiducia, la sua alleanza ed il suo cuore suggellando il tutto con un bacio, con il quale l'avrei avvelenata mettendola fuori gioco per qualche ora permettendomi di vincere la gara e di vendicarmi.
Il piano aveva funzionato bene all'inizio, ma più la osservavo e più mi rendevo conto che Adele Wolfe era cambiata: nonostante esternamente fosse sempre la stessa bellissima ragazza c'era una profondità che non c'era mai stata in lei. Si preoccupava di cose di cui non si era mai preoccupata, provava compassione e rammarico per le sue azioni.
Più la osservavo e più mi rendevo conto che c'era una falla nel mio piano... Non potevo fingere di amarla ancora, perchè l'amavo davvero. 
Ho dovuto combattere con me stesso più che con gli altri proprio per questo: due parti di me che reclamavano vendetta e amore.



L'aver appreso la verità ha modificato in qualche modo i tuoi sentimenti per Adele-Yael?

Non sapevo gestire la vicinanza fisica, mi sentivo ardere come mi era già successo in altre occasioni con questa Adele-Non Adele.
Il mio corpo era tormentato da strascichi di emozioni: amore mescolato a odio e rimestato da spavento. Ed ero pieno di dubbi e domande su chi lei fosse, e soprattutto sul perchè, nonostante fosse capace di modificare il suo aspetto e nonostante avesse mentito a me e alla nazione io avessi ancora il desiderio costante di baciarla.
La prova del fatto che provassi qualcosa di ingestibilmente potente sta nel fatto che decisi di seguirla nella sua fuga.


AVETE SCOPERTO QUALCOSA IN PIU' SUI NOSTRI DUE PROTAGONISTI GRAZIE A QUESTA INTERVISTA?

🐺🐺🐺

ED ECCO, FINALMENTE PER VOI, LA BELLISSIMA SORPRESA DI CUI PARLAVO ALL'INIZIO... UNA COPIA CERCA CASA!!

Ecco a voi le semplici regole per poter tentare la fortuna e vincere una copia del romanzo


Obbligatorie: 
- Diventare lettori fissi dei blog partecipanti
-Seguire su instagram Carlo Salvato e La stamberga di Inchiostro
- Commentare tutte le tappe
- Mettere mi piace alla pagina Facebook di DeA Young Adult

Facoltativa:
-Condividere le tappe

a Rafflecopter giveaway

ECCO DOVE TROVARE LE ALTRE TAPPE! 
AFFRETTATEVI C'E' TEMPO SOLO FINO A DOMENICA 18/06!



INTERVISTA A YAEL E LUKA, Chiara In Bookland


Ringraziamo Carlo Salvato di The Room Tales per i banner di questo blogtour!

Enjoy,
Chiara🐺

venerdì 16 giugno 2017

BLOGTOUR "Time Deal" di Leonardo Patrignani, CINQUE MOTIVI PER LEGGERE IL ROMANZO

Buongiorno amici dell'etere, bentornati sul blog e benvenuti in questo nuovo blogtour!
Oggi parleremo di uno dei nuovi romanzi pubblicati da DEA PLANETA LIBRI in questa estate... TIME DEAL di Leonardo Patrignani, che vi avevo già presentato QUI, ed in particolare vi esporrò cinque motivi per i quali andrebbe letto questo romanzo!
PS. RIMANETE SINTONIZZATI FINO ALLA FINE DEL POST DOVE TROVERETE UNA BELLISSIMA SORPRESA PER VOI !






Titolo: Time Deal
Autore: Leonardo Patrignani
Editore: DEA
Genere: Young Adult
Pagine: 480
Data di uscita: 13 Giugno 2017


TRAMA:

Ci sono promesse che non possono essere mantenuteCome quella che Julian ha fatto ad Aileen. Era solo un bambino quando l’ha vista per la prima volta, e se n’è innamorato perdutamente. Da quel momento ha giurato che non l’avrebbe lasciata mai. Che sarebbe rimasto con lei per sempreMa si può davvero promettere per sempre? Non in una città come Aurora. Una metropoli schiacciata da un cielo plumbeo e soffocata dall’inquinamento, in cui l’aspettativa di vita è scesa drasticamente. Almeno fino all’arrivo del Time Deal, un farmaco in grado di arrestare l’invecchiamento cellulare. Nessuno ne conosce i possibili effetti collaterali, solo qualcuno immagina quali possano essere le conseguenze morali e sociali.
 La città è divisa in due: da una parte chi insegue ciecamente il sogno della vita eterna, dall’altra chi invece rifiuta di manipolare la propria esistenza e preferisce che il tempo scorra secondo natura. Julian è tra questi ultimi. Ma Aileen non ha avuto scelta: figlia di un noto avvocato, che finanzia da sempre la casa farmaceutica del Time Deal, è stata sottoposta al trattamento. Finché qualcosa va storto. Aileen inizia ad accusare disturbi della memoria, e poi sparisce nel nulla. Julian però è disposto a tutto pur di ritrovarla. E di regalarle il loro per sempre.



CINQUE MOTIVI PER LEGGERE IL ROMANZO

Ed ecco qui che entriamo nel vivo della tappa di questo blogtour con un piccolo elenco di motivi per i quali, secondo me, dovreste leggere questo romanzo...

L'AUTORE: LO STILE DI LEONARDO PATRIGNANI


Leonardo Patrignani tesse una storia molto particolare incastrando tra loro elementi molto diversi e creando un universo distopico coinvolgente e nuovo in cui oltre all'amore e al mistero vengono inseriti spunti di tematica etiche importanti. Scrittura fluida, trascinante, incalzante e sempre coinvolgente e dinamica. Il lettore viene trascinato nel vortice di Time Deal senza potersene staccare fino all'ultima pagina.

Seguì una pausa di un silenzio irreale, la quiete che precede lo scoppio di una bomba, l'attimo sospeso in cui tutto diventa possibile. Anche una storia sepolta nel tempo che, in altre circostanze, sarebbe potuto apparire come lo sproloquio di un insano di mente.


LA DISTOPIA: IL MONDO DEL FUTURO DEVASTATO E SPACCATO A META'


Essendo questo un romanzo distopico è stato 'facile' per l'autore creare situazioni ricche di tensione capaci di coinvolgere ed attirare il lettore: parliamo di una società che viene considerata indesiderabile sotto molti punti di vista dove le inclinazioni sociali vengono condotte a estremi quasi apocalittici e dove il caos sembra regnare sovrano.
Le idee radicate dei nostri protagonisti che cercano di opporsi al regime imposto da questa società distopica ci tengono incollati alle pagine e ci fanno fare il tifo per i nostri beniamini facendoci immedesimare in loro fino al midollo.
Esiste, come ultimo punto da tenere in considerazione, una lotta tra il 'bene' ed il 'male' dove esiste una lotta violenta tra chi è alla ricerca di libertà e chi vuole governare incontrastato.

Le nuove geerazioni convivevano con l'inquinamento come col traffico metropolitano, e Julian non era da meno. Se il Time Deal fosse stato scoperto e distribuito a tutte le classi sociali nel primo ventennio dopo la guerra, gli aveva detto un giorno suo padre, forse nessun cittadino avrebbe osato rifiutare il trattamento. Quasi un secolo più tardi la motivazione non era più così forte e, anzi, il timore degli scettici era che non ci fosse alcuna certezza a proposito della terapia sulla lunga distanza. Per non parlare dei mostruosi scenari dipinti dai complottisti e dagli attivisti di turno, che si scagliavano contro la casa farmaceutica impugnando prove e testimonianze spesso discutibili, ma di facile impatto sull'opinione pubblica.


L'AMBIENTAZIONE: AURORA


Aurora è un'isola situata nelle acque dell'oceano Pacifico che si trova vicino alle coste dell'attuale West Coast americano dove, dopo la guerra chimica si è radunato un gruppo di sopravvissuti; un tempo magnifica terra incontaminata è ora ridotta ad un ammasso di terra logorata da radiazioni ed agenti chimici.
L'ambientazione è ricca e molto curata, piena di dettagli vividi che rendono l'ambientazione reale e ricreabile ad arte nella nostra mente.

Superato il quartiere del Toro, risalì per il Largo Emporio, la strada che ospitava il più alto numero di esercizi commerciali di tutta Aurora, che oltre alle quattro corsie a doppio senso di marcia era dotata anche di una pista ciclabile, fino a raggiungere la vasta piazza della Rifondazione, una zona interamente pedonale delimitata da due mezzelune di portici. Su alcune colonne erano evidenti diverse file di buchi, roba da far pensare a una sparatoria. Julian notò il dettaglio senza farci troppo caso, poi tirò dritto e imboccò un viale alberato che conduceva verso il quartiere Diamante, e lì si rese conto che il vento stava aumentando in intesità. Le fronde dei pioppi artificiali ai lati della strada cercavano di resistere alle violente folare, piegandosi di lato come l'elastico di una fionda nel momento di massima tensione prima di essere rilasciato.”.


L'AMORE: JULIAN&AILEEN


Da buon young adult è giusto che nel romanzo venga presentata anche l'unica cosa capace di condizionare la scelta tra l'immortalità e la libertà: l'amore.
Julian e Aileen si amano da sempre, nonostante la differenza sociale e l'avversione dei genitori di lei alla loro storia d'amore; il loro sembra essere un legame indissolubile, fino a quando Aileen viene costretta dai suoi genitori ad assumere il Time Deal... potrà sopravvivere il sentimento che lo lega anche quando Julian invecchierà mentre Aileen lo guarderà appassire ancora con il suo bellissimo aspetto da quindicenne?
Scoprirlo è sicuramente uno dei motivi più interessanti per il quale leggere il romanzo!

Quando i due profili furono a un soffio di distanza, appoggiò le labbra a quelle della ragazza. Poi riaprì gli occhi e la osservò da vicino, in tutta la candida bellezza che il tempo non avrebbe mai potuto corrompere.


IL TIME DEAL: LIBERTA' O IMMORTALITA'?


Il Time Deal è un farmaco che blocca l'invecchiamento cellulare e permette a coloro che vengono sottoposti al trattamento di restare giovani bloccando la loro crescita, rendendo il loro aspetto fisico immutabile e non in balia dello scorrere del tempo.
Inizialmente spetta agli stessi cittadini di Aurora decidere se e quando prendere il farmaco, ma con la contaminazione chimica che non si placa il Time Deal non è più solo una possibilità ma diventa una sorta di obbligo, preso in considerazione soprattutto dalle classi più abbienti. I pro del Time Deal sembrano evidenti, ma di contro questo farmaco ha una serie di effetti collaterali che non vengono resi noti come, su tutti, la perdita di memoria e la comparsa di allucinazioni.
L'immortalità è da sempre desiderio dell'uomo, e Patrignani ci fa scorgere come sarebbe la nostra vita se esistesse una formula per restare per sempre giovani, forti e vigorosi.

“Time deal è la scelta”.



E voi che scelta compireste?

💉💉💉

ED ECCO LA SORPRESA DI CUI VI STAVO PARLANDO... UNA COPIA CERCA CASA!

Ecco a voi le semplici regole per poter tentare la fortuna e vincere una copia del romanzo

Obbligatorie: 
- Diventare lettori fissi dei blog partecipanti
-Seguire su instagram Carlo Salvato e La stamberga di Inchiostro
- Commentare tutte le tappe
- Mettere mi piace alla pagina Facebook di DeA Young Adult

Facoltativa:
-Condividere le tappe


a Rafflecopter giveaway


ECCO DOVE TROVARE LE ALTRE TAPPE! 
AFFRETTATEVI C'E' TEMPO SOLO FINO A DOMENICA 18/06!



CINQUE MOTIVI PER LEGGERE IL ROMANZO, Chiara In Bookland

Ringraziamo Carlo Salvato di The Room Tales per i banner di questo blogtour!


Enjoy,
Chiara💉