martedì 15 settembre 2020

REVIEW PARTY "Come rubare un milione e (forse) farla franca" Di Nat Amoore

E buon martedì amici dei libri,
eccoci di nuovo sul blog, ma oggi sono qui per parlarvi di un libro per ragazzi davvero davvero simpatico targato DeA, pronti?



Titolo: Come rubare un milione e (forse) farla franca
Autore: Nat Amoore
Editore: De Agostini
Serie: Autoconclusivo
Data pubblicazione: 15 Settembre 2020
Genere: Libri per ragazzi
Pagine: 304
Formato: digitale (euro 6,99) cartaceo (euro 14,90)

Che cosa succederebbe se trovassi un milione di dollari sepolto proprio nel giardino di casa tua? Forse sapresti bene che cosa farci. Forse ti perderesti nelle infinite possibilità e non concluderesti nulla. Be', Tess Verse, undici anni appena scoccati, saprebbe sicuramente come comportarsi. Lei che è una fucina di idee (geniali, a suo dire, catastrofiche, nell'evidenza dei fatti), penserà a caramelle gommose per l'intera scuola, a un parco di giostre gonfiabili, a case di Lego sugli alberi per tutti... Ma insieme al timidissimo (nonché molto più ragionevole di lei) socio Toby, dopo una serie di sfortunati eventi, Tess si renderà anche conto che i soldi non fanno la felicità e che l'amicizia non si può comprare..


Tess ha undici anni ed è una ragazzina parecchio sveglia, protagonista e voce narrante della storia, che punta ad essere una cosa nella vita: ricca, ricca sfondata!
E' proprio questo il sogno di Tess, che si dimostra essere una ragazzina normale, parte di una famiglia numerosa, brava a scuola e pronta ad aiutare in casa... mentre sogna di riuscire a sbancare.
In una maniera alquanto bizzarra, il sogno di Tess si realizza: il suo vicino di casa, infatti, prima di essere arrestato ha nascosto nel giardino della nostra protagonista, nientepopodimeno che un milione.
La ragazzina trova questi soldi e capisce che è il momento di soddisfare i suoi desideri, ma anche quelli dei suoi amici e in questo si fa aiutare da Toby; i due ragazzini iniziano, insieme agli amici, a stilare delle liste, a decidere come sfruttarli, senza però pensare alle conseguenze.
Tess e Toby cominciano questa rocambolesca avventura che gira attorno a questo mucchio di soldi, scatenando un bel po' di risate ai noi lettori!

Bambino Fiore, Hippie, Fiore Persone, Fiore Bambino

Tess è un peperino di ragazzina: sveglia, astuta, intelligente e determinata. E' un personaggio dinamico, divertente, specchio di molti ragazzini della sua età.
La sua avventura comincia quando trova un milione di dollari nel suo giardino e, insieme al suo amico Toby, cerca dei modi per sfruttarli al meglio.
Toby è il suo migliore amico, un ragazzino dolce, leale e con la testa sulle spalle che mi è piaciuto tanto quanto Tess: complici, amici e fratelli. Il loro rapporto è davvero bello e piacevole da leggere!
I ragazzi si imbarcano in un'avventura fatta di piani divertenti, qualche guaio e scene divertenti che danno voce ad una storia coinvolgente, divertente e capace di tenere anche noi lettori un po' più grandicelli incollati alle pagine, godendoci il più possibile questa avventura semi-spericolata.
Lo stile dell'autrice mi ha conquistata, mi ha fatto ridere e godere a pieno le avventure di questi due pazzi pre-adolescenti molto svegli. Mi sono sentita ancora una ragazzina leggendo le avventure di Tess e del suo milione, mi sono molto immedesimata nel personaggio, perchè mi ha davvero ricordato me, a quell'età: una ragazzina sveglia, furbetta e determinata a raggiungere i suoi obiettivi, che ammetto, erano, forse, meno pretenziosi di quelli di Tess!
Lettura piacevolissima, scorrevole e divertente, promossa a pieni voti!



lunedì 14 settembre 2020

BLOGTOUR "L'ultima testimone" di Cristina Gregorin - RECENSIONE {GARZANTI}

Buon Lunedì amici dei libri!
Per celebrare l'inizio del nuovo anno scolastico sono qui per parlarvi, in occasione del Blogtour che lo vede come protagonista, di un romanzo che ci apre gli occhi su una terribile pagina della storia del nostro Paese...





Titolo: L'ultima testimone
Autore: Cristina Gregorin
Editore: Garzanti
Serie: Autoconclusivo
Data pubblicazione: 10 Settembre 2020
Genere: Narrativa
Pagine: 250
Formato: digitale (euro 9,99) cartaceo (euro 17,00)

«Cercate Francesca perché solo lei conosce la verità.» Sono le ultime parole di un uomo anziano che sta morendo. Una frase semplice, ma capace di stravolgere la routine che la donna si è costruita con difficoltà negli anni. Una routine in cui non c'è spazio per il passato. Ma troppe domande attendono da tempo una risposta e ora la costringono a tornare a Trieste. In quella città, quando era solo una ragazzina, ha assistito a qualcosa che ha cercato con tutte le forze di dimenticare. Qualcosa che ha a che fare con gli amici di sua nonna, i loro misteriosi contatti e un passato oscuro legato a vicende della seconda guerra mondiale: soldati di opposte fazioni, delazioni, vendette in una città sospesa tra frontiere contese e destini incerti. Uomini che hanno combattuto nella Resistenza, cercando di fermare il nemico, con qualunque nome o divisa si presentasse, e hanno insegnato a Francesca a non fidarsi di nessuno. Ma combattere fino in fondo per i propri ideali significa fare scelte che cambiano il futuro. Scelte che hanno un prezzo. Scelte che portano con sé segreti, per i quali non dovrebbero esserci testimoni. Ora tutto ricade su Francesca. Perché qualcuno l'ha chiamata a ricordare. Perché la storia più sembra lontana più è a un passo.



Sul suo letto di morte, Bruno Tommasi, ad un passo dal secolo di vita, supplica il nipote Mirko di fare luce sulla morte di Vasco Cekic, suo amico fraterno, morto suicida nel 1976.
Per aiutare Mirko in questa impresa, nonno Bruno, lo indirizza verso una donna, Francesca Molin, testimone del terribile evento e custode di molti segreti quando era solo una bambina.
Mirko, legato dalla promessa fatta al nonno, non può esimersi, insieme alla madre Anita, dal cercare Francesca, la sua verità ed i suoi ricordi.
Francesca che nel frattempo è cresciuta, è diventata una donna adulta, che vive a Milano, lontana dalla Trieste che le ha dato i natali, e fa la ginecologa, mantenendo un basso profilo e non legandosi a nessuno, delusa da un legame passato che l'ha lasciata svuotata.
Dopo un primo contatto con Anita, Francesca, per amore di sua nonna Alba, decide di tornare a Trieste e riaprire un vecchio capitolo della sua vita, che sperava di lasciar seppellito per tutta la vita nei ricordi.
Francesca è costretta, suo malgrado, a viaggiare indietro nel tempo e scoperchiare un vaso di pandora pieno di dolorosi ricordi, di pezzi di puzzle mischiati, di silenzi laceranti e spaventosi; ed in questo viaggio viene coinvolto anche Mirko, che apprenderà verità inimmaginabili, che lo lasceranno con dei macigni nel cuore, che stravolgeranno tutta la sua esistenza.
Francesca riapre una vecchia ferita che intreccia le storie di molte persone, oltre a quelle di sua nonna Alba, di Bruno Tommasi e di Vasco Cekic, anche quelle di Liliana, di Carlo, di Mario... molti nomi che porteranno ad un'unica verità.

Capelli, Ragazza, Femminile, Persona, Bello, Bella

Francesca è una donna indipendente, con una scorza dura, messa a dura prova da un passato segnato dai segreti e dai ricordi sopiti negli anfratti della sua memoria.
Non è stato facile entrare in empatia con Francesca, che è la nostra protagonista principale, poichè per la prima parte del libro è davvero difficile comprendere le ragioni dei suoi comportamenti, le motivazioni che la spingono a fingere di non ricordare il suo passato, ma quando poi, piano piano, viene sviscerato il suo passato, è sempre più facile capirla e comprenderla, persino apprezzare il suo modo di vivere la vita, con un atteggiamento un po' ostile e chiuso.
I ricordi di Francesca si incastrano con un passato ancora più lontano, che porta il lettore a vivere a cavallo del presente e di un passato, che nonostante sia estremamente lontano, porta con se dolore e strascichi ancora oggi.
E' un passato terribile, quello che ci viene richiamato alla memoria: la Seconda Guerra Mondiale è ancora, attualmente, una delle ferite più terribili che hanno deturbato la storia mondiale.
Cristina Gregorin, che è stata, con questo romanzo, una degli otto finalisti del premio Clavino del 2019 per esordienti, è stata capace di affrontare con obiettività, identificazione reale, un momento buio della nostra storia, in particolare i fatti che hanno macchiato la città di Trieste e l'Istria, protagoniste assolute di questa storia, descritte in maniera magistrale e tridimensionale che si inseriscono perfettamente in una storia scritta in maniera equilibrata, delicata ed al contempo tangibile e dolorosa, facendo riferimento a fatti realmente accaduti, con uno stile fluido, disinvolto e diretto volto a dipanare una trama costruita a cavallo tra fantasia e realtà, rendendo la storia una freccia scoccata dritta nei cuori dei lettori.




mercoledì 9 settembre 2020

REVIEW PARTY "I giorni del panda" di James Gould - Bourn {MONDADORI}

Buongiorno amici dei libri, buon mercoledì!
Come sta andando la vostra settimana? Io sono in ferie perciò mi sto un po' rilassando, anche se sfortunatamente non sono andata via, ma diciamo che quest'anno è un po' complicato per tutti, ma non perdiamo tempo, e lanciamoci sul titolo del giorno...



Titolo: I giorni del panda
Autore: James Gould - Bourn
Editore: Mondadori
Serie: Autoconclusivo
Data pubblicazione: 8 Settembre 2020
Genere: Narrativa
Pagine: 288
Formato: digitale (euro 9,99) cartaceo (euro 18,00)

La vita di Danny sta andando a rotoli. Da che la moglie è morta in un incidente stradale, suo figlio Will, undici anni, non spiccica più parola. E a scuola è diventato facile preda dei bulli. Quando perde il lavoro per essere arrivato in ritardo, Danny è colto dal panico. Deve trovare una soluzione alla svelta per non finire in mezzo a una strada, come ha già pronosticato più volte il suo rude proprietario di casa. Un giorno, vagando senza meta in un parco nelle vicinanze, si ferma a osservare alcuni artisti di strada e con gli ultimi spicci che possiede decide di acquistare un improbabile costume da panda e inizia a ballare nel parco. Krystal, abile ballerina di pole dance dai modi ruvidi ma di buon cuore, prima lo prende in giro, poi però lo incoraggia a insistere. E Danny non molla. Finché un giorno, mentre si esibisce senza racimolare un centesimo, vede suo figlio insieme ad alcuni ragazzi che lo deridono pesantemente. Nel suo goffo costume da panda Danny scatta in difesa di Will che, per la prima volta dopo un anno, parla. Senza rivelare la propria identità per paura che il figlio si rifugi nuovamente nel mutismo, Danny inizia una bellissima conversazione con lui scrivendogli frasi su un blocchetto e tra i due nasce un'amicizia che permette a Will di sciogliere a poco a poco il suo dolore. Ma cosa succederà quando il ragazzo scoprirà che il panda è suo padre? E ce la farà Danny a venir fuori dal pantano in cui si è cacciato?



Ragazzi che dire... questo libro è di una dolcezza infinita e mi è piaciuto tanto, mi ha commosso e mi ha emozionata, ma andiamo con ordine...
Danny e Will sono padre e figlio, rimasti soli dopo la morte prematura e inaspettata della donna di casa: la mamma di Will, infatti, muore in un incidente d'auto lasciando i suoi uomini totalmente annientati, incapaci minimamente di reagire.
Danny vive le sue giornate senza davvero rendersi conto che sua moglie Liz non tornerà, l'aspetta ogni giorno e questo non aiuta per niente la sua capacità di comprendere ed interiorizzare il lutto, mentre Will, che era con sua mamma al momento dell'incidente smette totalmente di parlare, entra in una fase di mutismo selettivo, modificando totalmente anche il rapporto che ha con suo padre.
A complicare ulteriormente le cose è la perdita del lavoro di Danny, che lo mette letteralmente a terra, mettendolo anche davanti a problemi di natura economica e, al contempo, Will è costretto a subito bullismo ogni giorno a scuola.
La vita di entrambi, però, subisce un mutamento quando, Danny, un giorno dopo aver visto degli artisti di strada esibirsi in un parco, decide, preso da un impulso inaspettato, di comprare un vestito da panda ed iniziare la strana avventura per la strada, cercando di raccimolare qualche spicciolo da portare a casa.
Un giorno, per caso, vede suo figlio Will tormentato dai bulli ed interviene per salvarlo, instaurando così un legame con il ragazzino, che non conosce la vera identità del panda; Will con questo strano nuovo amico si riesce ad aprire, inaspettatamente, e comincia con lui un rapporto di amicizia, fatto di confidenze, che mai avrebbe confessato a suo padre.
Grazie alla sua "identità segreta" Danny riesce ad instaurare un rapporto con suo figlio, che fino a quel momento si era rifugiato nel silenzio e si era costruito un muro tutto intorno fatto di parole non dette.
Piano piano il loro rapporto muta, Will e Danny riescono a trovare dei punti di contatto, che fino ad allora erano esistiti solo grazie alla presenza di Liz, che era sempre stata un ponte tra loro due.
Una storia dolce-amara che racconta di un dolore, quello di due persone, a cui è stata strappata parte della loro anima e che, dopo molto tempo, hanno il coraggio di rinascere.

Che posso dire su questo libro? E' una storia che racconta di un dolore profondo, impossibile da colmare con le parole, come ci dimostra Will, con il suo silenzio, con il suo mutismo selettivo.
Eppure basta un costume vecchio e puzzolente da panda per modificare le cose, per rendere Will pronto a riprendere in mano la sua vita e dare una possibilità al suo papà, che si nasconde proprio sotto quel costume.
Danny è un uomo che si è visto strappare quasi tutto ciò che c'era di buono nella sua vita e che, per il bene suo e di suo figlio, è costretto a reinventarsi, a darsi una nuova possibilità, grazie all'aiuto di un amico di sempre e a quello di nuovi amici, che gli danno la forza di lanciarsi in questa nuova e bizzarra avventura.
Ed è proprio questo coraggio che lo riavvicina a suo figlio ed indossando un costume da panda riesce dove mai prima era riuscito: il coraggio e l'amore che ha per Will lo spronano a non arrendersi ed al contempo ad interiorizzare il dolore per la perdita di Liz.
Una storia commovente che si condensa in poco meno di 300 pagine e che è capace di toccare le corde più profonde del cuore di tutti noi lettori, attraverso uno stile pulito, schietto e onesto che arriva dritto al punto.
La dolcezza e l'amore che trasudano dalle pagine sono capaci di smuovere il mondo e commuovere anche i cuori più duri dei lettori più tosti!

venerdì 4 settembre 2020

REVIEW PARTY "L'ascesa di Senlin" di Josiah Bancroft {MONDADORI}

Ciao amici dei libri,
Siamo verso la fine di questa settimana ricca ricca ricca di uscite e recensioni, oggi sono qui per partecipare al review party di un libro che ero davvero davvero curiosa di leggere...




Titolo: L'ascesa di Senlin
Autore: Josiah Bancroft
Editore: Mondadori
Serie: The Books of Babel Series #1
Data pubblicazione: 1 Settembre 2020
Genere: Fantasy - Steampunk
Pagine: 408
Formato: digitale (euro 10,99) cartaceo (euro 22,00)

La Torre di Babele è la più grande meraviglia del mondo conosciuto. Grande come una montagna, l'immensa Torre ospita innumerevoli Regni Circolari, alcuni pacifici, altri bellicosi, appoggiati l'uno sull'altro come gli strati di una torta. È un mondo popolato di geni e tiranni, aeronavi e motori a vapore, animali insoliti e macchine misteriose. Attirato dalla curiosità scientifica e dalle mirabolanti promesse di una guida turistica, Thomas Senlin, mite preside di una scuola di provincia, decide di visitarla. Anzi, gli sembra che, con i suoi lussuosi Bagni, sia proprio la meta ideale per la sua luna di miele con Marya. Solo che, appena arrivati, i due sposi si perdono tra la folla di abitanti, turisti e furfanti. Determinato a ritrovare la moglie, Senlin inizia una lunga ricerca tra bassifondi, sale da ballo e teatri di burlesque. Dovrà sopravvivere a tradimenti, assassini, e ai lunghi cannoni di una fortezza volante. Ma se vuole riavere Marya, sopravvivere non basterà: dovrà sapersi trasformare da uomo di lettere in uomo d'azione.



Thomas Senlin è il Preside della scuola di Isaugh, il piccolo villaggio in cui vive con la neosposa Marya, con cui, per vivere un particolare viaggio di nozze, si reca alla Torre, da cui è da sempre affascinato.
La Torre di Babele è enorme, maestosa, affascinante ed altissima, tanto che ad osservarla dal basso non è nemmeno possibile vedere i piani più alti, coperti dalle nuvole e ad ogni piano c'è un regno diverso: è per questo che Senlin ne è ammaliato, la Torre è un vero mistero e lui vuole scoprine di più.
Appena arrivati al cospetto della Torre, però, vengono sopraffatti dall'inimmaginabile folla che li travolgerà ed, al mercato, i due si perdono di vista, senza riuscire più a ricongiungersi.
Senlin comincia così una ricerca disperata per ritrovare la sua sposa, anche se le possibilità di ritrovarla in quel marasma di persone e regni sembra impossibile.
Senlin si arma di coraggio e comincia la sua scalata alla Torre, incuriosito e determinato ad esplorare ogni Regno per ritrovarla: impossibile prevedere cosa vedrà e vivrà perchè ogni Regno è diverso dagli altri, ognuno di essi ha regole ben precise e luoghi differenti e niente, in nessuno di questi luoghi, è in realtà quello che sembra davvero.
Il viaggio all'interno della Torre cambierà profondamente Thomas Senlin, che da uomo tranquillo e schivo, sarà costretto a tirare fuori tutta la determinazione, il coraggio, la passione e l'amore che ha dentro, arrivando così, alla fine del viaggio, profondamente cambiato.
Il suo viaggio lo porterà a scoprire luoghi insoliti e personaggi molto diversi, come Adam, che ha vissuto un'esperienza simile alla sua ed ancora non ha portato a termine la sua ricerca.
Determinato nella riuscita della sua impresa, Senlin, entra nella Torre e comincia la sua scalata...

SubPress on Twitter: "Announcing the signed limited and lettered editions  of @TheBooksofBabel by Josiah Bancroft! https://t.co/KTeRDCQ0xE… "

Wow, non potete capire quanto sia difficile raccontare brevemente la trama intricata di questo romanzo, a metà tra il fantasy e lo steampunk, anche perchè è solo il primo di una serie di quattro libri e quindi molto di quello raccontato in questo primo volume sicuramente troverà un suo continuo nei prossimi capitoli.
Bancroft ha creato un mondo davvero particolare, o meglio più mondi, perchè ogni piano della Torre ospita un Regno diverso, questo ha portato quindi l'autore a dover creare e descrivere in maniera realistica molti luoghi diversi e lo ha fatto con molta maestria, proprio come ha fatto con le descrizioni dei personaggi, a cui viene regalata una realistica tridimensionalità grazie ad una caratterizzazione attenta e curata, anche attraverso l'inserimento di moltissimi e piccolissimi dettagli.
Lo stile di scrittura dell'autore mi piace molto ed è decisamente lineare, pulito e curato capace di trasportarci in un mondo davvero complesso ed articolato con una semplicità sbalorditiva.
Sono davvero contenta di aver avuto la possibilità di leggere questo romanzo e non vedo l'ora di leggere i prossimi capitoli, visto che l'accoppiata fantasy/cyberpunk e lo stile unico di questo scrittore mi hanno affascinata tantissimo; non ho motivi per non consigliarvi questa lettura, anzi al contrario invito tutti a leggerlo e dargli una super possibilità... non ve ne pentirete!